Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Novembre 2016 - Questo mese è stato curato da: Gigi Avanti Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio



Martedì 15 novembre 2016
Ap 3, 1-6.14-22; Sal 14
Vangelo secondo Luca (19, 1-10)


Preghiera Iniziale


Signore, fa' che quando ti cerco
non sia per curiosità,
ma per conoscerti meglio,
così da poter vivere ogni giorno
alla maniera di una conversione permanente
in modo risoluto.
Come fece Zaccheo.


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù entrò nella città di Gèrico e la stava attraversando, quand'ecco un uomo, di nome Zacchèo, capo dei pubblicani e ricco, cercava di vedere chi era Gesù, ma non gli riusciva a causa della folla, perché era piccolo di statura. Allora corse avanti e, per riuscire a vederlo, salì su un sicomòro, perché doveva passare di là.
Quando giunse sul luogo, Gesù alzò lo sguardo e gli disse: "Zacchèo, scendi subito, perché oggi devo fermarmi a casa tua". Scese in fretta e lo accolse pieno di gioia. Vedendo ciò, tutti mormoravano: "È entrato in casa di un peccatore!".
Ma Zacchèo, alzatosi, disse al Signore: "Ecco, Signore, io do la metà di ciò che possiedo ai poveri e, se ho rubato a qualcuno, restituisco quattro volte tanto".
Gesù gli rispose: "Oggi per questa casa è venuta la salvezza, perché anch'egli è figlio di Abramo. Il Figlio dell'uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto".




Medita


Su questo racconto che riferisce di Zaccheo, spinto dalla curiosità ad arrampicarsi sul sicomoro per poter vedere Gesù, si possono ricavare tante belle meditazioni. Basta soffermarsi sul dettaglio che più colpisce in questo momento.
Ma, al di là di questo accorgimento valido per ogni brano di vangelo, occorre non perdere per strada il contesto generale nel quale sono inseriti i singoli fatti e detti di Gesù.
E questo contesto generale è quello della "operazione salvezza" ideata dalla Trinità al completo a favore dell'umanità.
Operazione salvezza che affonda le sue radici nell'eternità per germogliare nel tempo, che segue dinamiche di sviluppo a noi sconosciute, che viaggia verso il suo compimento a dispetto di tutto quanto la possa o voglia ostacolare...
Operazione salvezza che oggi si concretizza, quasi di passaggio, in quel di Gerico per un uomo qualunque (però ricco ed esattore delle tasse... e questo bastava per giudicarlo peccatore per definizione), ma curioso di vedere quel Gesù la cui fama era già arrivata.
E Gesù coglie questa curiosità come richiesta di aiuto e lo spiazza.
Troppo poco volermi soltanto vedere, deve aver pensato Gesù, magari potessi conoscermi un po' di più...
Ed ecco che Gesù si autoinvita a pranzo tra lo stupore scandalizzato della gente con la fregola del giudizio sommario e del sillogismo superficiale: un messia non se la può fare con i peccatori, perbacco!
E Gesù mette nel sacco (della sua misericordia) sia Zaccheo che la gente...
Cosa ricavarne per il nostro nutrimento spirituale? Semplicemente questo: è spiritualmente sterile relazionarsi con Gesù come si fa con un divo dello spettacolo che si desidera vedere e magari al quale chiedere anche un autografo.
Il rapporto con Gesù è altro... C'è differenza, e una bella differenza, tra vedere una persona, conoscere una persona e... amare una persona.
Questo è il miracolo della salvezza, un miracolo d'amore, un benefico contagio d'amore...




Per Riflettere


"Il domani è un truffatore che si prende denaro contante e ti paga con belle promesse". (O. S. Marden)

Ti prego, o Signore, di aiutarmi a vincere le pigrizie
e le lentezze che caratterizzano spesso
il mio camminare al tuo seguito
così da acquistare in risolutezza e sollecitudine.






Torna su: Indice Mese NOVEMBRE 2016

Home Page



Home Page