Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento




CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento




Quadri Sacri realizzati con lastre di Argento 925% Clic per Info

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati

Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria


18 film in DVD tutti da vedere e collezionare in famiglia
18 DVD
- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


MARTEDÌ 22 Novembre 2011
Vangelo secondo Luca (21, 5-11)


Questo Mese è stato interamente curato da
Silvia Nannipieri



Ascolta


In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio e delle belle pietre e dei doni votivi che lo adornavano, Gesù disse: «Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non venga distrutta». Gli domandarono: «Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?». Rispose: «Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: “Sono io” e: “Il tempo è prossimo”; non seguiteli. Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine». Poi disse loro: «Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo».










Medita


Questo brano è da leggersi come molti proposti dalla liturgia dei giorni precedenti, nel contesto più ampio del lungo “discorso escatologico” di Luca.
Gesù parla di eventi catastrofici che noi, oggi, sappiamo essere consueti e ripetitivi: “arriveranno guerre..., ci saranno carestie...”. Questi avvenimenti in effetti non hanno data. E' come se Gesù volesse avvertire: “La sfida è questa, se vi agitate e vi lasciate coinvolgere dalla retorica da 'fine del mondo' un numero sempre crescente di persone ne verrà frastornato e paralizzato. Cresceranno l'eccitazione e l'angoscia ma anche la rassegnazione e il disinteresse. C'è il rischio di vivere una vita puramente sospesa, col pretesto della fine vicina, leggera, disimpegnata, vuota e senza storia. Il lato demoralizzante dell'ossessione crea specialisti della fine del mondo, trova gusto nel riconoscere i segni della decomposizione, di un disfacimento iniziato da lontano. Gesù ammonisce: il tempo dell'attesa è tempo della fede operosa, tempo di purificazione, tempo per prendersi cura gli uni degli altri e, insieme, della creazione. Non rassegnazione e fatalismo, dunque, né eccitazione o esaltazione del macabro ma passione per l'oggi della storia, quest'oggi prezioso agli occhi del Signore in ogni suo minuto che ci scorre tra le mani.



Per Riflettere



I Regni di questo mondo si avvicendano e passano. Sappiamo leggere i segni grandi sal cielo che Gesù ci manda per il nostro tempo? Cerchiamo prima di tutto il Suo Regno e la Sua giustizia?








Ricerca personalizzata







OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA

Torna su: Home Page - Indice Mese di Novembre - 2011