Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento




CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento




Quadri Sacri realizzati con lastre di Argento 925% Clic per Info

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati

Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria


18 film in DVD tutti da vedere e collezionare in famiglia
18 DVD
- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


LUNEDÌ 21 Novembre 2011
Vangelo secondo Marco (3, 31-35)


Questo Mese è stato interamente curato da
Silvia Nannipieri



Ascolta


In quel tempo, giunsero la madre e i suoi fratelli e, stando fuori, lo mandarono a chiamare. Tutto attorno era seduta la folla e gli dissero: «Ecco tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle sono fuori e ti cercano».
Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?». Girando lo sguardo su quelli che gli stavano seduti attorno, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli! Chi compie la volontà di Dio, costui è mio fratello, sorella e madre».










Medita


La festa della presentazione di Maria al Tempio per la Chiesa cattolica è una “Memoria” mentre per la Chiesa Ortodossa è una delle grandi feste mariane. L'episodio è narrato nel Protovangelo di Giacomo annoverato fra i testi apocrifi. Si tratta dunque di una ricorrenza legata alla devozione popolare, senza fondamento biblico: Maria, bambina, viene portata al Tempio dai genitori, Gioacchino ed Anna, per adempiere a un voto. Come non pensare al bellissimo affresco di Giotto nella cappella degli Scrovegni a Padova? Anche in questo caso l'immagine dolce e struggente, consegnataci dalla Tradizione, di due genitori anziani che offrono al Signore una bambina tanto attesa e tanto amata contrasta con le parole dure, taglienti del Vangelo che la liturgia ci propone.

“C'è nel Vangelo di Marco un'icona di incomparabile bellezza che delinea la natura, la vocazione e il destino popolare di Maria. Un giorno, mentre Gesù sta parlando alla folla che lo ascolta seduta in cerchio, arriva lei con alcuni parenti. A chi lo avverte della sua presenza, Gesù, girando tutt'attorno lo sguardo e additando la folla, esclama: Ecco mia madre... A prima vista potrebbe sembrare una scortesia. Invece la risposta di Gesù, che identifica la madre con la folla, è il monumento più splendido eretto a Maria, donna fatta popolo.
Santa Maria, donna del popolo, insegnaci a condividere con la gente le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce che contrassegnano il cammino della nostra civiltà. Donaci il gusto di stare in mezzo, di mescolarci. Liberaci dall'autosufficienza e dalla tentazione di crederci in un rapporto privilegiato, rispetto a tutti gli altri, con il Signore.” (don Tonino Bello)



Per Riflettere



Chi compie la volontà di Dio, costui è mio fratello, sorella e madre








Ricerca personalizzata







OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA

Torna su: Home Page - Indice Mese di Novembre - 2011