Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento



SABATO 8 Novembre 2008
Vangelo secondo Luca (16,9-15)
Passa Parola  
 


Ascolta


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Procuratevi amici con la disonesta ricchezza, perché, quand'essa verrà a mancare, vi accolgano nelle dimore eterne.
Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto.
Se dunque non siete stati fedeli nella disonesta ricchezza, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?
Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire a Dio e a mammóna".
I farisei, che erano attaccati al denaro, ascoltavano tutte queste cose e si beffavano di lui. Egli disse: "Voi vi ritenete giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che è esaltato fra gli uomini è cosa detestabile davanti a Dio".



Il mese di Novembre è stato interamente curato da: Maila Dell'Unto
 


Medita


Continua il tema della "disonesta ricchezza" su cui Gesù insiste per portare la gente che lo ascolta alla domanda fatidica: "e se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra? Nessuno può servire due padroni!".
L'attaccamento alle cose materiali e soprattutto alle ricchezze, è una caratteristica di quei gruppi sociali, come i farisei, che guardano agli errori degli altri sentendosi giusti davanti agli uomini e a Dio.
Ma Dio conosce l'uomo fin nel profondo del suo cuore e sa dove abita la verità e l'amore.

Quali orizzonti vediamo noi uomini? E quali orizzonti vede, invece, Dio?
Il Vangelo di Luca è il vangelo che esalta i poveri, i malati, gli ultimi, mette al primo posto, nei pensieri di Dio, proprio coloro che sono in ultima posizione nei pensieri degli uomini.
Dio ci ha detto che le nostre vie non sono le sue vie, ecco perché serve riconsiderare tutto il nostro modo di vivere e di rapportarci agli altri e a Dio. Siamo chiamati a sovvertire completamente la nostra scala di valori e ha riformularla secondo la Parola del Signore.



Per Riflettere
 

Quale padrone desideriamo servire con il cuore e con la mente?





Home Page