Libri pubblicati in varie Collane di Spiritualità Edizioni San Paolo Sconto 15%


Libri di: Anselm GrünLibri di: Gianfranco RavasiLibri di: David Maria TuroldoLibri di: Don Divo Barsotti

/ Il Santo del Calendario:

Doni Dello Spirito Santo Scritti di Don Divo BarsottiI DONI DELLO SPIRITO SANTO. Alcuni Scritti di Don Divo Barsotti - Testo Integrale

L'azione dello Spirito Santo si manifesta a noi, ed è garantita dal fatto che lo Spirito Santo è creatore, perciò dilata la nostra anima, dona alla nostra anima di seguire un cammino di fedeltà, dona alla nostra anima la pace.

Ascolta e Medita Marzo 2017- Questo mese è stato curato da: Maria Concetta e Maurizio Pratelli Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Torna su: Indice Mese Marzo 2017



Lunedì 6 marzo 2017
Lv 19, 1-2.11-18; Sal 18
Vangelo secondo Matteo (25, 31-46)


Preghiera Iniziale


Se abbiamo fatto questo, Signore, senza neanche riconoscerti,
in uno dei tuoi, dei nostri fratelli più piccoli,
ci chiamerai alla tua destra e sarà bastato un semplice gesto,
la condivisione di un pane, un bicchier d'acqua, un vestito.
Non ci chiedi di risolvere il problema della fame nel mondo,
né di coprire tutti i poveri della terra.
I poveri, ci dici, li avremo sempre con noi: è lo sposo che dobbiamo aspettare,
sarà per lui il grande banchetto, per lui l'abito della festa;
ma nell'attesa sarà la solidarietà del tempo ordinario
a prometterci ciò che ci è stato preparato nei cieli.


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra.
Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”.
Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me”.
Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato”.
Anch'essi allora risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?”. Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l'avete fatto a me”.
E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».




Medita


Stupisce sempre come a destra e a sinistra, sia i benedetti del Padre che quanti non avranno la vita eterna, tutti sono ugualmente inconsapevoli di aver o non aver dato da mangiare, da bere, accolto, vestito o visitato il Signore! Non sono benedetti coloro che agiscono bene per ottenere una ricompensa, per captatio benevolentiae. “Io vi dico infatti: se la vostra giustizia non supererà quella degli scribi e dei farisei, non entrerete nel regno dei cieli” (Mt 5, 20); e ancora: “Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?” (Mt 5, 46-47). L'amore e il servizio gratuito verso chi non ha niente e non potrà ricambiare in alcun modo significa aver riconosciuto il Signore nel più piccolo dei fratelli, e il Signore ci riconoscerà per questo, e si farà riconoscere da noi. L'indifferenza, invece, il non accorgersi degli altri, il passar loro accanto senza fermarsi, non ha scuse: certo, se sapessimo che sotto le mentite spoglie del povero, dell'affamato, dello straniero, del carcerato si nasconde il Signore, allora… bella forza!


Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


Per Riflettere

Quando mieterete, non mieterete fino ai margini del campo, né raccoglierete ciò che resta da spigolare della messe; quanto alla tua vigna, non coglierai i racimoli e non raccoglierai gli acini caduti: li lascerai per il povero e per il forestiero. Non tratterrai il salario del bracciante al tuo servizio fino al mattino dopo. Non tratterai con parzialità il povero né userai preferenze verso il potente. (da Lv 19)

Se abbiamo agito così, Signore, senza neanche riconoscerti,
ci chiamerai “benedetti dal Padre mio” e sarà bastato un semplice servizio,
un posto in più a tavola, una visita a chi sta male o non è libero di uscire.
Non ci chiedi di risolvere il problema dei profughi del mondo,
né di guarire tutti i malati e liberare tutti i prigionieri;
non ci chiedi ospitalità solo per chi ha il permesso di soggiorno,
assistenza solo per chi non ha abusato della vita,
solidarietà solo per le vittime innocenti.
Non sei venuto, ci dici, per i giusti: sei tu l'unico giusto che dobbiamo aspettare,
ma nell'attesa sarà la nostra fame e sete di giustizia
a riconoscerci “beati” quando tornerai come hai promesso.






Torna su: Indice Mese Marzo 2017
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato

Home Page



Home Page