Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Caterina Guidi

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Martedì 29 marzo 2016
Vangelo secondo Giovanni (20, 11-18)
At 2, 36-41; Sal 32




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Siano rese grazie a Dio, il quale ci fa partecipare
al suo trionfo in Cristo e diffonde per mezzo nostro
il profumo della sua conoscenza nel mondo intero!
Noi siamo infatti dinanzi a Dio il profumo di Cristo
fra quelli che si salvano e fra quelli che si perdono;
per gli uni odore di morte per la morte e per gli altri odore di vita per la vita.
E chi è mai all'altezza di questi compiti?
Noi non siamo infatti come quei molti
che mercanteggiano la parola di Dio,
ma con sincerità e come mossi da Dio, sotto il suo sguardo,
noi parliamo in Cristo.
(Seconda lettera ai Corinzi 2, 14-17)

Ascolta


In quel tempo, Maria stava all'esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l'uno dalla parte del capo e l'altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l'hanno posto».
Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l'hai portato via tu, dimmi dove l'hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va' dai miei fratelli e di' loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”».
Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.





Medita


Dopo la Resurrezione inizia—in tutti i Vangeli—il racconto di una serie di incontri. Gesù Risorto appare alle donne, ai discepoli, agli Apostoli… non verrà quasi mai riconosciuto subito, oppure la sua comparsa porterà prima di tutto timore. Nel brano di oggi sembra assurda la reazione di Maria di Magdala: lei, una delle persone più vicine al Messia, piange per l'accaduto e scambia Gesù che le sta accanto per il custode del giardino. Maria è confusa, addolorata, spaventata: quando ha trovato il sepolcro vuoto è subito corsa dagli Apostoli. Poi è tornata presso la tomba vuota, a piangere. Chiaramente non sa cosa fare; si ferma sul luogo del dolore e dello smarrimento. Ed è proprio lì che Gesù le si avvicina, la chiama per nome e le parla. Il discorso di Gesù a Maria di Magdala—“non mi trattenere”—in realtà non è per noi di immediata comprensione. Maria avrà voluto abbracciarlo e “tenere un po' per sé” Gesù, dopo che con gli occhi della Fede ha riconosciuto la sua Resurrezione. Ma l'annuncio di un avvenimento così sconvolgente non può aspettare; la gioia di chi crede deve essere comunicata subito e deve essere “sale” per il mondo, non può restare chiusa in un angolo del nostro cuore.


Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video
I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


Per Riflettere

Quanto riusciamo a farci annunciatori di Gesù Risorto nella nostra quotidianità? La testimonianza è un aspetto fondamentale del nostro essere credenti?








Torna su: Indice Mese MARZO 2016




Home Page


Home Page