Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Caterina Guidi

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Lunedì 7 marzo 2016
Vangelo secondo Giovanni (4, 43-54)
Is 65, 17-21; Sal 29
Santa Perpetua e Felicita




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Tu, pastore d'Israele, ascolta,
tu che guidi Giuseppe come un gregge.
Assiso sui cherubini rifulgi
davanti a Efraim, Beniamino e Manasse.
Risveglia la tua potenza
e vieni in nostro soccorso.
Rialzaci, Signore, nostro Dio,
fa' splendere il tuo volto e noi saremo salvi.
(Salmo 79)

Ascolta


In quel tempo, Gesù partì [dalla Samarìa] per la Galilea. Gesù stesso infatti aveva dichiarato che un profeta non riceve onore nella propria patria. Quando dunque giunse in Galilea, i Galilei lo accolsero, perché avevano visto tutto quello che aveva fatto a Gerusalemme, durante la festa; anch'essi infatti erano andati alla festa.
Andò dunque di nuovo a Cana di Galilea, dove aveva cambiato l'acqua in vino. Vi era un funzionario del re, che aveva un figlio malato a Cafàrnao. Costui, udito che Gesù era venuto dalla Giudea in Galilea, si recò da lui e gli chiedeva di scendere a guarire suo figlio, perché stava per morire. Gesù gli disse: «Se non vedete segni e prodigi, voi non credete». Il funzionario del re gli disse: «Signore, scendi prima che il mio bambino muoia». Gesù gli rispose: «Va', tuo figlio vive». Quell'uomo credette alla parola che Gesù gli aveva detto e si mise in cammino. Proprio mentre scendeva, gli vennero incontro i suoi servi a dirgli: «Tuo figlio vive!». Volle sapere da loro a che ora avesse cominciato a star meglio. Gli dissero: «Ieri, un'ora dopo mezzogiorno, la febbre lo ha lasciato». Il padre riconobbe che proprio a quell'ora Gesù gli aveva detto: «Tuo figlio vive», e credette lui con tutta la sua famiglia.
Questo fu il secondo segno, che Gesù fece quando tornò dalla Giudea in Galilea.



Medita


Ancora una volta il Vangelo di questo mese ci propone una guarigione miracolosa; questo è l'episodio di un padre che—angosciato per la malattia del figlio—non esita un attimo a mettersi in cammino, senza certezza alcuna, animato solo dalla speranza della salvezza.
Gesù è tornato in Galilea e—come Giovanni sottolinea—sa bene di essere un profeta in patria, destinato a non essere ascoltato. Facciamo sempre fatica a soffermarci a riflettere su tutto ciò che ci sembra familiare: le pagine del Nuovo Testamento sono piene di guarigioni e miracoli; conosciamo a memoria le parole degli evangelisti e quasi non ci meravigliano più; le sentiamo lontane dalla nostra vita quotidiana. Ma il Vangelo di oggi ci insegna a non stancarci di cercare Gesù, consapevoli del fatto che lui non si stanca mai di noi, nonostante la nostra pigrizia e la durezza del nostro cuore.



Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video
I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


Per Riflettere

Sono ancora capace di meravigliarmi davanti alle opere piccole e grandi che il Signore opera ogni giorno?








Torna su: Indice Mese MARZO 2016




Home Page


Home Page