Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com
Quadri Sacri Argento, Articoli Religiosi, Oggettistica in argento, quadri in argento, articoli in argento, argento quadri





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





VENERDÌ 26 Marzo 2010
Vangelo secondo Giovanni (10,31-42)
   

Ascolta



"Di nuovo i Giudei raccolsero delle pietre per lapidarlo. Gesù disse loro: "Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?". Gli risposero i Giudei: "Non ti lapidiamo per un'opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio". Disse loro Gesù: "Non è forse scritto nella vostra Legge: Io ho detto: voi siete dei? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio - e la Scrittura non può essere annullata -, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: "Tu bestemmi", perché ho detto: "Sono figlio di Dio"?". Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre". Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani. Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: "Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero". E in quel luogo molti cedettero in lui.




Il mese di Febbraio è stato interamente curato da: Massimo Salani

Servizio Santa Messa in puro Lino con croce ricamata


Medita


Riprendendo la lettura dei testi di Giovanni, troviamo ancora in questa pericope il duplice atteggiamento degli ascoltatori nei confronti di Gesù. Veramente il Salvatore è pietra di scandalo, opera divisione, crea riflessione.
Da una parte ci sono i giudei che lo rifiutano. L'atteggiamento che li contraddistingue è il tentativo di eliminarlo fisicamente (lapidazione), reazione conseguente al continuo imbarazzo provocato da Gesù quando critica le scelte ritenute definitive e non negoziabili.
A costoro non sono stati sufficienti le parole del Nazareno (le parabole) né i segni che ha compiuto. Quante volte coloro che sono stati beneficati dai miracoli non si sono nemmeno degnati di ringraziare Gesù! Chi non vuol credere al figlio di Dio, all'Emmanuele che sarà crocifisso e che poi risorgerà, troverà sempre una spiegazione, qualunque essa sia, per tutto.
Ma a questi giudei, Giovanni ci rivela la presenza di altri personaggi che per percorsi diversi giungono a credere in Gesù. Rifugiatosi nei luoghi dove aveva vissuto il Battista, ormai morto, molti cedettero in lui. Non credono perché hanno visto dei segni. Ricordano invece le parole del Battista, riconoscono che il precursore aveva veramente riconosciuto in Gesù, il Salvatore.

Possiamo essere rappresentati da quei giudei che chiedono continuamente dei segni e, magari ottenutoli, rifiutare di credere.
Oppure, affidandosi alla Parola di Dio, trovare le ragioni della nostra fede in un cammino di conversione ricco di perdono, di misericordia, di amore, di servizio nei confronti dei nostri fratelli.



Per Riflettere
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento



Quello che Gesù dice è vero. Dice la verità sull'uomo perché ci conosce e ci ama.



Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Indice mese di MARZO - 2010