Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com
Quadri Sacri Argento, Articoli Religiosi, Oggettistica in argento, quadri in argento, articoli in argento, argento quadri





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





GIOVEDÌ 25 Marzo 2010
Vangelo secondo Luca (1,26-38)
   

Ascolta



"Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: "Rallégrati, piena di grazia: il Signore è con te". A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine".

Allora Maria disse all'angelo: "Come avverrà, questo, poiché non conosco uomo?". Le rispose l'angelo: "Lo Spirito Santo scenderà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà con la sua ombra. Perciò colui che nascerà sarà santo e sarà chiamato Figlio di Dio. Ed ecco, Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia ha concepito anch'essa un figlio e questo è il sesto mese per lei, che era detta sterile: nulla è impossibile a Dio". Allora Maria disse: "Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola". E l'angelo si allontanò da lei".



Il mese di Febbraio è stato interamente curato da: Massimo Salani

Servizio Santa Messa in puro Lino con croce ricamata


Medita


Dopo pochi giorni dalla solennità di Giuseppe, oggi celebriamo quella dell'Annunciazione a Maria: due protagonisti, uno maschile e l'altra femminile, chiamati a rispondere ad una chiamata divina davvero singolare. Luca costruisce anche stilisticamente l'incontro dell'angelo a Maria sullo schema, conosciuto, dell'alleanza che Dio stringe con gli uomini. Un quadro dove, tuttavia, non mancano particolarità che devono essere sottolineate. Innanzitutto la presenza di un angelo che dà voce alla richiesta di Dio ad un interlocutore (come era solito verificarsi nell'Antico Testamento) che, grande novità, è una donna: Maria. È lei la protagonista umana che rappresenta quella parte del popolo eletto che non ha dismesso le sue speranze in Dio. Maria diventa un tassello necessario perché la storia di salvezza proceda e non si interrompi. Lo schema proposto in questa pericope rimanda poi all'episodio dell'annunciazione della nascita di Giovanni il Battista. Ancora un angelo, un dialogo, la promessa del figlio, le condizioni (apparentemente) impossibili perché si realizzi la parola del messaggero divino. Non mancano le divergenze: la figura di Maria, giustamente, emerge con una forza dirompente rispetto a Zaccaria ed Elisabetta. Quest'ultima scena avviene nel luogo di Dio, il tempio, sono descritte le virtù di entrambi, a Zaccaria è concesso anche un segno come conferma della vericidità delle parole dell'angelo. Nell'annunciazione a Maria è tutto più semplice: Maria non chiede segni né pare meritare questa vocazione. L'unico vero protagonista è Dio, la sua grazia, il suo amore per l'uomo che porterà alla nascita dell'Emmanuele. In questa semplicità, la figura di Maria viene esaltata perché si consegna a noi come serva del Signore.
Le parole dell'angelo non devono mai smettere di risuonare nella nostra vita. Soprattutto ora, in questo periodo quaresimale che ci invita ad entrare nella settimana santa ormai prossima, forse stanchi e vinti dalle nostre debolezze la certezza che nulla è impossibile a Dio ci consegna la forza e gioia dell'essere cristiani.



Per Riflettere
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento



Fu inviato dal cielo l'arcangelo Gabriele per annunciare alla Vergine il concepimento, e mentre andava a Nazaret, considerava tra sé sbigottito l'evento meraviglioso: Come mai colui che non può essere compreso in cielo, viene partorito da una vergine? E colui che ha per trono il cielo e per sgabello dei piedi la terra si racchiude nel ventre di una donna? Colui al quale né i serafini né i cherubini possono volgere lo sguardo in virtù di una sola parola si è compiaciuto di incarnarsi in costei. Colui che è qui presente è il Verbo di Dio (Giovanni Damasceno, Annunciazione della santissima Madre di Dio e sempre vergine Maria 20).



Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Indice mese di MARZO - 2010