Ascolta e Medita Maggio 2019 Come inserire un font di Google
Vangelo Quotidiano - Vangelo del Giorno con commento - Vangelo e Preghiere

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione
e la Catechesi


Preghiere e Commenti a cura di: Barbara Pandolfi Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi


Domenica 5 maggio 2019
At 5, 27b-32.40b-41; Sal 29; Ap 5, 11-14
Vangelo secondo Giovanni (21, 1-19)
Salterio: terza settimana

Preghiera Iniziale

Signore, apri le mie labbra e la mia bocca canterà la tua lode.
Dio, fa' attento il mio orecchio, perché ascolti la tua parola.
Il mio desiderio è rivolto a te, al ricordo del tuo Nome, Signore;
di notte la mia anima ti desidera, al mattino il mio spirito ti cerca nel mio intimo.
(Comunità monastica di Bose)

Ascolta - Vangelo

In quel tempo, Gesù si manifestò di nuovo ai discepoli sul mare di Tiberìade. E si manifestò così: si trovavano insieme Simon Pietro, Tommaso detto Dìdimo, Natanaèle di Cana di Galilea, i figli di Zebedèo e altri due discepoli. Disse loro Simon Pietro: «Io vado a pescare». Gli dissero: «Veniamo anche noi con te». Allora uscirono e salirono sulla barca; ma quella notte non presero nulla.
Quando già era l'alba, Gesù stette sulla riva, ma i discepoli non si erano accorti che era Gesù. Gesù disse loro: «Figlioli, non avete nulla da mangiare?». Gli risposero: «No». Allora egli disse loro: «Gettate la rete dalla parte destra della barca e troverete». La gettarono e non riuscivano più a tirarla su per la grande quantità di pesci. Allora quel discepolo che Gesù amava disse a Pietro: «È il Signore!». Simon Pietro, appena udì che era il Signore, si strinse la veste attorno ai fianchi, perché era svestito, e si gettò in mare. Gli altri discepoli invece vennero con la barca, trascinando la rete piena di pesci: non erano infatti lontani da terra se non un centinaio di metri.
Appena scesi a terra, videro un fuoco di brace con del pesce sopra, e del pane. Disse loro Gesù: «Portate un po' del pesce che avete preso ora». Allora Simon Pietro salì nella barca e trasse a terra la rete piena di centocinquantatré grossi pesci. E benché fossero tanti, la rete non si squarciò. Gesù disse loro: «Venite a mangiare». E nessuno dei discepoli osava domandargli: «Chi sei?», perché sapevano bene che era il Signore.
Gesù si avvicinò, prese il pane e lo diede loro, e così pure il pesce. Era la terza volta che Gesù si manifestava ai discepoli, dopo essere risorto dai morti.
Quand'ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo, per la seconda volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pascola le mie pecore». Gli disse per la terza volta: «Simone, figlio di Giovanni, mi vuoi bene?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli domandasse: «Mi vuoi bene?», e gli disse: «Signore, tu conosci tutto; tu sai che ti voglio bene». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecore. In verità, in verità io ti dico: quando eri più giovane ti vestivi da solo e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti vestirà e ti porterà dove tu non vuoi». Questo disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E, detto questo, aggiunse: «Seguimi».




Medita

Giovanni colloca questo episodio, a differenza dei sinottici, alla fine del vangelo, tra le “apparizioni” del Risorto ai discepoli (di cui questa è la terza). Un episodio molto conosciuto per il segno offerto dal Risorto, ma anche per il dialogo tra Gesù e Pietro. Per questo vorrei soffermarmi su un aspetto diverso: sul gettarsi in mare di Pietro quando intuisce, grazie al discepolo amato, che l'uomo sulla riva non è uno sconosciuto esperto di pesca, ma il Signore.
Questo gesto ci rivela non solo l'immediatezza della risposta che connota questo discepolo, ma anche che qualche volta è necessario gettarsi, avere il coraggio e lo slancio gioiso di scendere in profondità dentro la propria vita e dentro la vita di fede da discepoli.
Pietro aveva temuto un giorno di affogare cercando di camminare sulle acque; ora si butta. Non è detto neppure che sia arrivato prima degli altri, ma solo che “Si gettò in mare”.
Ma a terra è ancora lui che tira la rete piena di pesci. Allusione, certo, alla “pesca” futura della Chiesa, ma anche alla trasformazione interiore di Pietro: ora è pronto a servire il Signore e gli altri, forse anche perché si è gettato in acqua.

Per Riflettere e Preghiera Finale

Per prendere il largo qualche volta bisogna, come Pietro, andare in profondità nella nostra vita e gettarsi in acqua; anche se, razionalmente, non cambia niente se arriviamo su una barca carica di beni. Non si tratta solo di efficienza, ma di cuore. Pietro vuole subito ritrovare un rapporto con il Signore dopo il “rinnegamento”, è pronto a scendere nelle profondità della sua vita (anche oscure) per ritrovare lo slancio dell'amore e, su quel lago dell'inizio, la freschezza dell'essere discepolo. Gesù prende sul serio il suo “gettarsi”.


Sotto la tua protezione
cerchiamo rifugio,
Santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche di noi
che siamo nella prova,
e liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.
(antichissima preghiera cristiana a Maria)



Catechesi sui 7 doni dello Spirito Santo

Papa Fracesco:
I Sette Doni dello Spirito Santo: Video e Testo
Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


San Giovanni Paolo II:
Riflessione sui sette doni dello Spirito Santo - Catechesi del Santo Padre Giovanni Paolo II sui doni dello Spirito Santo "Regina Coeli" e "Angelus" pronunciati dal Santo Padre nel 1989


Don Divo Barsotti:
I Doni dello Spirito Santo Divo Barsotti è stato un presbitero, monaco e scrittore italiano, fondatore della Comunità dei Figli di Dio.


Vedi anche un'altra catechesi:
I Sette Doni Dello Spirito Santo:
Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio


I Frutti dello Spirito Santo

Bibbia
Nuovo Testamento

Il Libro dei Salmi
Testo Integrale
e Commento


Novene per il Mese di Maggio


Novena di Pentecoste

Novena a S. Leopoldo Mandic dal 3 all'11 Maggio

Novena alla Madonna di Fatima dal 4 al 12 Maggio

Novena a San Mattia apostolo dal 5 al 13 Maggio

Novena a Santa Gemma Galgani dal 7 al 15 Maggio

Novena a Santa Rita dal 13 al 21 Maggio

Novena a Maria Ausiliatrice 15 al 23 Maggio

Novena alla Madonna di Caravaggio dal 17 al 25 Maggio

Tredicina a Sant'antonio di Padova dal 31 Maggio - 12 Giugno



Home Page