Libri Preghiera del Cuore o Preghiera di Gesù - Esicasmo
/ Il Santo del Calendario:

Questo mese è stato curato da:

Giulia e Antonio Sartori,
Azzurra Bassi, Cosimo Dimitri


Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Sabato 28 maggio 2016
Vangelo secondo Marco (11, 27-33)
Gd 17, 20-25; Sal 62






Preghiera Iniziale


Signore, Padre buono e misericordioso,
Tu hai mandato dal Cielo il tuo Figlio Gesù,
per rivelare a noi l'autorità e la dolcezza del tuo Amore.
Manda ancora su di noi il tuo Spirito Santo,
come discese su Cristo dopo il Battesimo nelle acque del Giordano
e mentre si aprono i cieli e risuona la tua voce di salvezza:
“Tu sei il Figlio mio, l'amato”,
i nostri cuori non discutano, né si chiudano,
ma in piena fiducia possano accogliere la tua luce
e il tuo abbraccio di Padre, oggi e sempre. Amen.


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli andarono di nuovo a Gerusalemme. E, mentre egli camminava nel tempio, vennero da lui i capi dei sacerdoti, gli scribi e gli anziani e gli dissero: «Con quale autorità fai queste cose? O chi ti ha dato l'autorità di farle?».
Ma Gesù disse loro: «Vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni veniva dal cielo o dagli uomini? Rispondetemi».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Diciamo dunque: “Dagli uomini”?». Ma temevano la folla, perché tutti ritenevano che Giovanni fosse veramente un profeta. Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo».
E Gesù disse loro: «Neanche io vi dico con quale autorità faccio queste cose».



Medita


In questo brano Gesù pone un tranello ai sacerdoti e alle autorità che, come al solito, mettono in discussione ciò che dice o fa. La domanda che gli pongono è provocatoria: “Con quale autorità?” e già si percepisce la grande distanza tra loro e Gesù. Il Signore, potremmo dire con astuzia, vuole condurli e condurci a riflettere su ciò che è veramente importante. Il richiamo all'esperienza di Giovanni Battista ci riporta al punto di partenza della nostra fede, il Battesimo, che ci consacra figli di Dio. La nostra ricchezza è l'amore dell'Unico Padre! Essere consapevoli di questo amore grande ci fa scoprire la necessità di guardare alla nostra piccolezza, di considerarci umili e bisognosi di Lui.
Gesù aspetta una risposta da coloro che lo hanno interrogato, anche se questi nono sanno che cosa dire… il loro cuore, infatti, è solo pieno di voglia di potere e autorità. Forse, talvolta, anche il nostro cuore vive di autosufficienza e non si apre all'immensità di amore gratuito che il Signore ci dona.


Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio

Per Riflettere

Ci sono momenti in cui mi sento autosufficiente e voglio contare solo su me stesso?





Torna su: Indice Mese MAGGIO 2016

Home Page


Home Page