Libri Preghiera del Cuore o Preghiera di Gesù - Esicasmo
/ Il Santo del Calendario:

Questo mese è stato curato da:

Giulia e Antonio Sartori,
Azzurra Bassi, Cosimo Dimitri


Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Domenica 8 maggio 2016
Vangelo secondo Luca (24, 46-53)
At 1, 1-11; Sal 46; Eb 9, 24-28;10, 19-23
Ascensione del Signore






Preghiera Iniziale


Quale gioia, quando mi dissero:
«Andremo alla casa del Signore!».
Già sono fermi i nostri piedi
alle tue porte, Gerusalemme!
Gerusalemme è costruita
come città unita e compatta.
È là che salgono le tribù,
le tribù del Signore,
secondo la legge d'Israele,
per lodare il nome del Signore.
Là sono posti i troni del giudizio,
i troni della casa di Davide.
(Salmo 122)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni. Ed ecco, io mando su di voi colui che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall'alto».
Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse. Mentre li benediceva, si staccò da loro e veniva portato su, in cielo. Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia e stavano sempre nel tempio lodando Dio.



Medita


Nei Vangeli, in particolare in quello di Luca, viene sottolineato in maniera molto precisa il tempo in cui avviene la nascita di Gesù, così come vengono descritti i suoi spostamenti e i luoghi della sua predicazione. Gesù non è una figura mitica, eroe di una qualche epopea ambientata in un'epoca di fantasia e in una terra lontana. Il suo farsi uomo e venire a condividere la nostra esperienza è accaduto in un momento preciso della storia, in un punto geografico ben delimitato. Eppure in questo Vangelo Gesù rivela quanto il suo esistere, in quanto uomo sulla nostra terra, in un tempo delimitato si inserisca in realtà nella storia che è accaduta prima della sua venuta, e in quella che verrà. Tutta la scrittura dell'Antico Testamento è intrisa dell'attesa del Messia, ed è significativo che l'annuncio del compimento delle scritture e l'invito alla conversione parta proprio da Gerusalemme, simbolo del popolo ebraico, a sottolineare di nuovo la continuità della storia della salvezza: “Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento” (Mt 5, 17).
Questo brano conclusivo del Vangelo di Luca segna un punto di svolta nel cammino dei discepoli: come Gesù ha promesso ripetutamente, dopo la sofferenza viene la gioia, dopo l'incomprensione finalmente i discepoli arrivano a capire. E dopo molte letture in cui i discepoli erano persi di fronte alle profezie di Gesù, finalmente li vediamo riempiti di gioia e fiducia, riconoscenti a Dio e pronti a proseguire il cammino che partendo dai profeti ed arrivando fino al nostro tempo riempie ogni momento della storia della sua presenza.


Catechesi di Papa Francesco Testo Integrale e Video I Sette Doni dello Spirito Santo: Sapienza - Intelletto - Consiglio - Fortezza - Scienza - Pietà - Timore di Dio

Per Riflettere

Anche io, come i discepoli, sono parte della storia della salvezza. Provo a riflettere sulla mia fede e il mio essere cristiano in quest'ottica più ampia.





Torna su: Indice Mese MAGGIO 2016

Home Page


Home Page