Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Gabriella e Giacomo Gasparri, Cecilia e Pascal Biver Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Coroncine e Novene per il Mese di Giugno



Lunedì 13 giugno 2016
1Re 21, 1b-16; Sal 5
Vangelo secondo Matteo (5, 38-42)
Sant'Antonio da Padova



Preghiera Iniziale


Gioiscano quanti in te si rifugiano,
esultino senza fine.
Proteggili, perché in te si allietino
quanti amano il tuo nome,
poiché tu benedici il giusto, Signore,
come scudo lo circondi di benevolenza.
(Salmo 5)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio” e “dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu pórgigli anche l'altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello.
E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due.
Da' a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle».




Medita


Il Vangelo ci invita a fare il primo passo, ad accogliere per primi la persona profondamente nascosta dietro la provocazione di chi è ferito ed è aggressivo. Ci invita a fare il primo passo verso il perdono che è comprensione senza essere sottomissione vittimistica. Gesù ci invita a scegliere di preferire la vicinanza al di là del pregiudizio, la disponibilità e l'accoglienza profonda, comunque, al di là del proprio tornaconto. Perdonare diventa così riconoscere la debolezza dell'essere umano e la sua profonda essenza di persona, senza dubbio voluta e amata da Dio nella sua unicità.



Per Riflettere

Proviamo, talvolta, ad andare oltre il nostro pregiudizio umano, fidandoci di questa parola?


Gesù che soffri…
fa che, anche se nascosto
sotto la maschera poco
attraente dell'ira,
del crimine o della pazzia,
sappia riconoscerti e dirti:
«Gesù che soffri
come è dolce servirti».
(Beata Madre Teresa di Calcutta)





Torna su: Indice Mese GIUGNO 2016

Home Page



Home Page