Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita - Questo mese è stato curato da: Gabriella e Giacomo Gasparri, Cecilia e Pascal Biver Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi









Coroncine e Novene per il Mese di Giugno



Giovedì 2 giugno 2016
2Tm 2, 8-15; Sal 24
Vangelo secondo Marco (12, 28b-34)



Preghiera Iniziale


Del Signore è la terra e quanto contiene:
il mondo, con i suoi abitanti.
È lui che l'ha fondato sui mari
e sui fiumi l'ha stabilito.
Chi potrà salire il monte del Signore?
Chi potrà stare nel suo luogo santo?
Chi ha mani innocenti e cuore puro,
chi non si rivolge agli idoli,
chi non giura con inganno.
Egli otterrà benedizione dal Signore,
giustizia da Dio sua salvezza.
(Salmo 23)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?». Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l'unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c'è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all'infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l'intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici». Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio».
E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.




Medita


Tante cose ci interessano, tanti nostri bisogni ci condizionano, tante persone ci attirano e ci convincono… ma Gesù ci propone una scala di valori che parte non da chi o cosa ci interessa, ma da Lui e… da chi ci dimentichiamo.
Paradossalmente ci chiede prima di tutto di essere veri, di essere noi stessi, di rispettare quello che possiamo sentire veramente se ci liberiamo da ciò che ci costringe e ci condiziona, dai nostri vari idoli dei quali più o meno ci rendiamo conto.
Dobbiamo amare noi stessi per capire cosa vuol dire “amare il prossimo come noi stessi”; ma per saper amare noi stessi in modo non egocentrico o egoistico dobbiamo capire che, se tutto il cuore e tutta l'anima sono prima di tutto dedicate a Dio, è in Dio che tutto si realizza. Tutto deve partire e ritornare a Lui e noi ci dobbiamo solo fidare.



Per Riflettere

Permetti al Signore di usarti come suo strumento e di usarti senza consultarti?


Signore insegnaci
a non amare soltanto noi stessi
a non amare soltanto i nostri
a non amare soltanto quelli che amiamo.
Insegnaci a pensare agli altri
e ad amare in primo luogo
quelli che nessuno ama.
(Raoul Follereau)





Torna su: Indice Mese GIUGNO 2016

Home Page



Home Page