Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Gennaio 2017- Questo mese è stato curato da: Giuseppe Lami Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Sabato 28 gennaio 2017
Vangelo secondo Marco (4, 35-41)
Eb 11, 1-2.8-19; Lc 1, 69-75
San Tommaso d'Aquino


Preghiera Iniziale


Solo in Dio riposa l'anima mia:
da lui la mia speranza.
Lui solo è mia roccia e mia salvezza,
mia difesa: non potrò vacillare.
In Dio è la mia salvezza e la mia gloria;
il mio riparo sicuro, il mio rifugio è in Dio.
Confida in lui, o popolo, in ogni tempo;
davanti a lui aprite il vostro cuore:
nostro rifugio è Dio.
(Salmo 62)


Ascolta Vangelo


In quel medesimo giorno, venuta la sera, Gesù disse ai suoi discepoli: «Passiamo all'altra riva». E, congedata la folla, lo presero con sé, così com'era, nella barca. C'erano anche altre barche con lui.
Ci fu una grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena. Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non t'importa che siamo perduti?».
Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, càlmati!». Il vento cessò e ci fu grande bonaccia. Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora fede?».
E furono presi da grande timore e si dicevano l'un l'altro: «Chi è dunque costui, che anche il vento e il mare gli obbediscono?».






Medita


Molte volte ci sentiamo abbandonati da Dio nel momento della difficoltà, e perdiamo la speranza di raggiungere un porto sicuro. Quante volte ci sembra che la Chiesa sia come una barca persa in balìa della tempesta, in procinto di soccombere alle forze del male! Gesù sembra essersi addormentato, e ci chiediamo perché non interviene nessun potere divino per liberare noi dall'angoscia e per liberare il mondo dall'ingiustizia, dalla violenza, dalla menzogna. Vento forte, mare agitato, barca piena d'acqua: i discepoli erano pescatori esperti; se pensano che la barca affondi, allora la situazione è davvero pericolosa. Gesù invece continua a dormire. Questo sonno profondo non è solo segno di una grande stanchezza, è anche espressione della fiducia tranquilla che ha in Dio. Il contrasto tra l'atteggiamento di Gesù e quello dei discepoli è stridente. I discepoli sono impauriti, disperati, Gesù è sereno. I discepoli si sentono persi, Gesù si affida completamente al Padre. Solo dopo che Gesù è stato risvegliato dalle loro suppliche, essi capiranno che, anche se sembra non interessarsi della loro sorte, Gesù è presente e porta la barca a destinazione nel porto sicuro, sempre. Gesù è il vincitore del mondo! Noi e la Chiesa intera non dobbiamo temere! Abbiamo fede in Cristo Gesù, egli non ci abbandona mai!





Per Riflettere

Che risposta diamo alla domanda di Gesù; “Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?”?







Torna su: Indice Mese GENNAIO 2017

Home Page



Home Page