Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Gennaio 2017- Questo mese è stato curato da: Giuseppe Lami Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Lunedì 16 gennaio 2017
Vangelo secondo Marco (2, 18-22)
Eb 5, 1-10; Sal 109


Preghiera Iniziale


Dal sorgere del sole al suo tramonto
sia lodato il nome del Signore.
Su tutti i popoli eccelso è il Signore,
più alta dei cieli è la sua gloria.
Chi è pari al Signore nostro Dio
che siede nell'alto
e si china a guardare
nei cieli e sulla terra?
Solleva l'indigente dalla polvere,
dall'immondizia rialza il povero,
per farlo sedere tra i principi,
tra i principi del suo popolo.
Fa abitare la sterile nella sua casa
quale madre gioiosa di figli.
(Salmo 113)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno.
Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!».





Medita


Quante volte noi vorremmo mettere la pezza nuova della carità cristiana sul vestito vecchio dei nostri interessi personali! Quante volte vogliamo mettere il vino nuovo della parola di Dio negli otri vecchi della cultura e del modo di pensare di oggi! Non può esserci compromesso fra il vivere cristianamente la nostra esistenza e il tentare di vivere seguendo la logica del mondo. Cercare di conciliare Dio e il mondo porta al disastro, porta a rompere gli otri, ma soprattutto porta a perdere il vino buono che è Cristo. Il digiuno, secondo i farisei, era una pratica da ostentare per apparire giusti di fronte al popolo. Il digiuno è pratica buona quando orientata al distacco dai beni terreni per meglio cercare Dio, ma diventa cattiva quando non è ordinata alla ricerca di Dio ma al proprio interesse sociale.
Il brano del vangelo di oggi ci ricorda che Gesù, lo sposo, fa nuove tutte le cose. Così come storia nulla è rimasto uguale dopo la venuta di Gesù, anche nella nostra vita, se spalanchiamo le porte a Cristo, niente sarà più come prima. La novità di Cristo ribalta il modo di pensare umano: Cristo ne sovverte la prospettiva, sconvolge il modo di pensare di chi è troppo attaccato alle cose del mondo. Vano è ogni tentativo di servire Dio e Mammona (Mt 6, 24).






Per Riflettere

Noi siamo capaci di capire fino a che punto possiamo accettare ciò che il mondo ci impone e da quale punto in poi dobbiamo invece reagire non accettando il compromesso? Siamo pronti a rischiare pur di onorare Dio con la nostra vita?






Torna su: Indice Mese GENNAIO 2017

Home Page



Home Page