Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Gennaio 2017- Questo mese è stato curato da: Giuseppe Lami Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Venerdì 6 gennaio 2017
Vangelo secondo Matteo (2, 1-12)
Is 60, 1-6; Sal 71; Ef 3, 2-3a.5-6
Epifania del Signore


Preghiera Iniziale


Amate la giustizia, voi giudici della terra,
pensate al Signore con bontà d'animo
e cercatelo con cuore semplice.
Egli infatti si fa trovare da quelli che non lo mettono alla prova,
e si manifesta a quelli che non diffidano di lui.
I ragionamenti distorti separano da Dio;
ma la potenza, messa alla prova, spiazza gli stolti.
La sapienza non entra in un'anima che compie il male
né abita in un corpo oppresso dal peccato.
(Sapienza 1, 1-4)


Ascolta Vangelo


Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, ecco, alcuni Magi vennero da oriente a Gerusalemme e dicevano: «Dov'è colui che è nato, il re dei Giudei? Abbiamo visto spuntare la sua stella e siamo venuti ad adorarlo». All'udire questo, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i capi dei sacerdoti e gli scribi del popolo, si informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Cristo. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: “E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero l'ultima delle città principali di Giuda: da te infatti uscirà un capo che sarà il pastore del mio popolo, Israele”».
Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire da loro con esattezza il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme dicendo: «Andate e informatevi accuratamente sul bambino e, quando l'avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch'io venga ad adorarlo».
Udito il re, essi partirono. Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, si prostrarono e lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti in sogno di non tornare da Erode, per un'altra strada fecero ritorno al loro paese.





Medita


Erode è un uomo di potere, un uomo vincente agli occhi del mondo; tuttavia è un uomo che pone se stesso, i propri bisogni e le proprie prerogative come criterio guida per le decisioni da prendere. È naturale quindi che Erode ricorra alla menzogna e al sotterfugio per ingannare i Magi, è naturale che di fronte ad un prodigio come quello che i Magi gli riportano egli si rattristi anziché gioire, si ponga sulla difensiva anziché aprirsi con fiducia a Dio.
Al contrario i Magi, nonostante siano persone studiose, dotte e sapienti, non sono superbe ed egocentriche. Sono liberi di quella libertà vera che solo la fede in Dio può dare, ovvero sono persone che non rinunciano a rispondere alla propria chiamata. I Magi sono persone che non si lasciano spaventare e scoraggiare delle difficoltà, dalle possibili delusioni che un viaggio come il loro potrebbe riservare, che non si preoccupano del loro tornaconto. Sono liberi perché ascoltano la chiamata di Dio, la comprendono e si mettono in gioco completamente per compiere ciò per cui si sentono chiamati. La loro libertà e la loro fede li portano a compiere un atto che agli occhi del mondo sembra assurdo: prostrarsi e adorare un bambino povero che abita in una grotta. Ma sarà quell'atto pazzesco che realizzerà pienamente la loro ricerca e il loro cammino, sarà quell'atto che riempirà il loro cuore di gioia e cambierà la loro vita.
Anche noi possiamo impostare la nostra vita su noi stessi e sui nostri interessi terreni, come Erode, oppure possiamo, come i Magi, mettere la nostra vita nella mani di Dio, con fede, gioia e costanza, senza pensare a che cosa troveremo alla fine del cammino, ma avendo fede in un Dio che non delude.





Per Riflettere

La libertà viene da Signore e consiste nel rispondere alla sua chiamata. Quanto siamo liberi? Quanto i beni materiali frenano la nostra libertà?






Torna su: Indice Mese GENNAIO 2017

Home Page



Home Page