Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato
/ Il Santo del Calendario:

Ascolta e Medita Gennaio 2017- Questo mese è stato curato da: Giuseppe Lami Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi











Domenica 1 gennaio 2017
Vangelo secondo Luca (2, 16-21)
Nm 6, 22-27; Sal 66; Gal 4, 4-7
Maria Santissima Madre di Dio
Tempo di Natale



Preghiera Iniziale


Il Signore ha fatto conoscere la sua salvezza,
agli occhi delle genti ha rivelato la sua giustizia.
Egli si è ricordato del suo amore,
della sua fedeltà alla casa d'Israele.
Tutti i confini della terra hanno veduto
la vittoria del nostro Dio.
Acclami il Signore tutta la terra,
gridate, esultate, cantate inni!
Cantate inni al Signore con la cetra,
con la cetra e al suono di strumenti a corde;
con le trombe e al suono del corno
acclamate davanti al re, il Signore.
(Salmo 98)


Ascolta Vangelo


In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall'angelo prima che fosse concepito nel grembo.




Medita


Il Vangelo di oggi ci presenta la commovente e potente scena dei pastori che, su invito dell'angelo, si recano alla grotta per visitare Gesù bambino.
Questa scena ci ricorda che la nostra fede non è un'ideologia né una filosofia. La nostra fede non si acquista con la ragione, col sentimento, con lo studio, la nostra fede nasce dall'incontro con Cristo persona, Dio fattosi uomo per la nostra salvezza. Può forse l'incontro con Cristo, nostra salvezza e verità, non riempire il cuore di gioia così come il cuore dei pastori? Possiamo forse tenere questa gioia nel cuore senza manifestarla al mondo attraverso la glorificazione e la lode a Dio, che viene a salvarci?
I semplici pastori sono i primi testimoni della salvezza preparata da Dio per il suo popolo, i pastori sono i primi evangelizzatori, i primi portatori della buona notizia. Noi cristiani quanti indugi poniamo prima di andare all'incontro con Cristo nostra salvezza! Quante cose riteniamo più importanti o più urgenti dell'andare a incontrare Cristo! Ogni cristiano è chiamato a testimoniare la buona notizia con la propria vita, ogni giorno, in ogni contesto in cui è chiamato a operare.
Anche noi possiamo, senza indugi, incontrare Cristo nostra salvezza, possiamo farlo attraverso l'Eucarestia. Possiamo rinnovare e accrescere la nostra fede adorando l'Eucarestia, ritroveremo la gioia perduta e potremo finalmente tornare nel mondo glorificando e lodando Dio.





Per Riflettere

Siamo portatori della buona novella? Domandiamoci se siamo in grado di trasmettere agli altri, nella vita di ogni giorno, la nostra gioia in Cristo nostro salvatore.






Torna su: Indice Mese GENNAIO 2017

Home Page



Home Page