Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Giovanna e Alfredo Capparelli,
Luisa Prodi, Giovanni Mascellani


Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Sabato 9 gennaio 2016
Vangelo secondo Marco (6, 45-52)
1Gv 4, 11-18; Sal 71




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


O Dio, affida al re il tuo diritto,
al figlio di re la tua giustizia;
egli giudichi il tuo popolo secondo giustizia
e i tuoi poveri secondo il diritto.
I re di Tarsis e delle isole portino tributi,
i re di Saba e di Seba offrano doni.
Tutti i re si prostrino a lui,
lo servano tutte le genti.
Perché egli libererà il misero che invoca
e il povero che non trova aiuto.
Abbia pietà del debole e del misero
e salvi la vita dei miseri.
(Salmo 71)

Ascolta


[Dopo che i cinquemila uomini furono saziati], Gesù subito costrinse i suoi discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull'altra riva, a Betsàida, finché non avesse congedato la folla. Quando li ebbe congedati, andò sul monte a pregare.
Venuta la sera, la barca era in mezzo al mare ed egli, da solo, a terra. Vedendoli però affaticati nel remare, perché avevano il vento contrario, sul finire della notte egli andò verso di loro camminando sul mare, e voleva oltrepassarli.
Essi, vedendolo camminare sul mare, pensarono: «È un fantasma!», e si misero a gridare, perché tutti lo avevano visto e ne erano rimasti sconvolti. Ma egli subito parlò loro e disse: «Coraggio, sono io, non abbiate paura!». E salì sulla barca con loro e il vento cessò.
E dentro di sé erano fortemente meravigliati, perché non avevano compreso il fatto dei pani: il loro cuore era indurito.




Medita


Dopo aver saziato la folla e i discepoli Gesù andò solo sul monte a pregare. Non sempre amando si riceve la giusta riconoscenza che ci dà la forza per amare di nuovo. In alcuni casi l'uomo non accoglie pienamente l'amore ricevuto e così esso non viene restituito e colui che lo ha elargito si sente impoverito, rattristato e bisognoso di essere ricaricato. È questa l'esperienza che ha fatto Gesù dopo la moltiplicazione dei pani, in quanto né la folla, né i suoi discepoli avevano capito il significato del suo gesto: la vita, come i pani e i pesci, va donata, altrimenti non realizza se stessa e non soddisfa gli altri. Gesù allora sente un bisogno urgente di comunicare con il Padre, di ricevere il suo amore per riversarlo di nuovo agli uomini. È significativo che l'evangelista Marco annota che i discepoli, non avendo capito il fatto dei pani, non riconoscono Gesù come Signore, ma come un fantasma, e sono affaticati, impauriti e meravigliati. Se non si comprende che se il chicco di grano non muore non nasce la spiga, il senso della nostra vita ci risulterà oscuro e vivremo percependo la fatica, la paura e la meraviglia per avvenimenti di cui non comprendiamo la ragione.





Per Riflettere

Siamo consapevole che la vita si realizza solo se è spesa a favore dei fratelli e che in particolare ogni cristiano, ad imitazione di Gesù, è chiamato a farsi pane per i suoi fratelli?








Torna su: Indice Mese GENNAIO 2016




Home Page


Home Page