Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Giovanna e Alfredo Capparelli,
Luisa Prodi, Giovanni Mascellani


Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Martedì 5 gennaio 2016
Vangelo secondo Giovanni (1, 43-51)
1Gv 3, 11-21; Sal 99




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Acclamate il Signore, voi tutti della terra,
servite il Signore nella gioia,
presentatevi a lui con esultanza.
Riconoscete che solo il Signore è Dio:
egli ci ha fatti e noi siamo suoi,
suo popolo e gregge del suo pascolo.
Varcate le sue porte con inni di grazie,
i suoi atri con canti di lode,
lodatelo, benedite il suo nome;
perché buono è il Signore,
il suo amore è per sempre,
la sua fedeltà di generazione in generazione.
(Salmo 99)

Ascolta


Il giorno dopo Gesù volle partire per la Galilea; trovò Filippo e gli disse: «Seguimi!». Filippo era di Betsàida, la città di Andrea e di Pietro.
Filippo trovò Natanaele e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaele gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi».
Gesù intanto, visto Natanaele che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c'è falsità». Natanaele gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l'albero di fichi». Gli replicò Natanaele: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l'albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell'uomo».





Medita


Natanaele (che poi sarà chiamato Bartolomeo) evidentemente conosceva le scritture e sapeva che il Messia doveva venire dalla Giudea, ma ignorava che Gesù era nato a Betlemme in Giudea; pertanto di fronte all'affermazione dell'amico che sostiene che Gesù, vissuto a Nazaret in Galilea, sia colui di cui parlano le scritture si mostra scettico; accetta comunque di andare incontro a Gesù. Un cuore desto non ignora mai un annuncio di salvezza, di risposta al desiderio di infinito e di significato, se esso proviene da una persona credibile, da un amico. L'essenza dell'amicizia è proprio la cura al destino dell'altro; quale maggior cura può esserci se non quella di indicare all'amico che solo Gesù può darci il centuplo in questa vita, insieme a persecuzioni, e nel futuro la vita eterna (cfr. Mc 10, 30)?





Per Riflettere

Siamo capaci di testimoniare con franchezza alle persone a noi prossime la nostra fede in Gesù, così da indurle a muoversi per andare incontro a Lui?








Torna su: Indice Mese GENNAIO 2016




Home Page


Home Page