Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Giovanna e Alfredo Capparelli,
Luisa Prodi, Giovanni Mascellani


Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Lunedì 4 gennaio 2016
Vangelo secondo Giovanni (1, 35-42)
1Gv 3, 7-10; Sal 97




















Servizio Santa Messa


Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15%


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Cantate al Signore un canto nuovo,
perché ha compiuto meraviglie.
Gli ha dato vittoria la sua destra
e il suo braccio santo.
Risuoni il mare e quanto racchiude,
il mondo e i suoi abitanti.
I fiumi battano le mani,
esultino insieme le montagne.
Davanti al Signore che viene a giudicare la terra:
giudicherà il mondo con giustizia
e i popoli con rettitudine.
(Salmo 97)

Ascolta


In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l'agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù.
Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbì – che, tradotto, significa maestro –, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui; erano circa le quattro del pomeriggio.
Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» – che si traduce Cristo – e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa» – che significa Pietro.





Medita


L'uomo di tutti tempi è alla continua ricerca di un senso, di una ragione per cui valga la pena vivere e morire. La sola soddisfazione dell'istinto di sopravvivenza e di riproduzione che muove tutti gli essere viventi non è sufficiente ad appagare l'inquietudine del cuore umano. È questa inquietudine che muove i due giovani pescatori Andrea e Giovanni ad essere discepoli di Giovanni Battista, che ammaestrava le folle della Giudea predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, per essere maggiormente pronti ad accogliere il Salvatore che sarebbe venuto. Il loro cuore, particolarmente desto, gli consente di non trascurare le parole di Giovanni che indica in Gesù il Salvatore tanto atteso. La risposta al desiderio di significato insita nel cuore umano non è una ragionamento, non sono parole, ma è una persona incontrabile in un dato momento storico della nostra vita di cui si può annotare anche l'ora: “erano circa le quattro del pomeriggio”. I due discepoli fanno a Gesù la domanda più importante per appagare il loro cuore: “Maestro dove dimori?”. Solo dimorando con Gesù, rimanendo in Lui, è possibile dare un senso pieno alla nostra vita, perché è dalla sua pienezza che possiamo ricevere ogni giorno grazia e verità.





Per Riflettere

Siamo consapevoli che anche noi, come Giovanni, dobbiamo comunicare con chiarezza e senza vani ragionamenti che solo in Gesù è possibile appagare il desiderio del cuore umano?








Torna su: Indice Mese GENNAIO 2016




Home Page


Home Page