Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





MARTEDÌ 26 Gennaio 2010
Vangelo secondo Luca (22,24-30)
   

Ascolta


Sorse anche una discussione, chi di loro poteva esser considerato il più grande. Egli disse: "I re delle nazioni le governano, e coloro che hanno il potere su di esse si fanno chiamare benefattori. Per voi però non sia così; ma chi è il più grande tra voi diventi come il più piccolo e chi governa come colui che serve. Infatti chi è più grande, chi sta a tavola o chi serve? Non è forse colui che sta a tavola? Eppure io sto in mezzo a voi come colui che serve.
Voi siete quelli che avete perseverato con me nelle mie prove; e io preparo per voi un regno, come il Padre l'ha preparato per me, perché possiate mangiare e bere alla mia mensa nel mio regno e siederete in trono a giudicare le dodici tribù di Israele.


Il mese di Dicembre è stato interamente curato da: Maila Dell'Unto


Medita


La bellezza di questo brano si commenta da sola.
Gesù, di fronte alle misere discussioni fra gli apostoli su chi possa essere fra di loro migliore degli altri, sigilla, con la sua parola, il vero significato del concetto "essere più grande".
Di fronte a Dio non è il potere del mondo che conta, né la ricchezza, né la fama, di fronte a Dio si eleva chi serve, chi opera per gli altri, chi si mette in secondo piano per dare prima al prossimo. Questi sono coloro che siederanno alla mensa del Padre, che godranno del suo regno, che avranno la sua visione.

Leggendo questo brano, mi ritorna in mente un versetto che abbiamo letto pochi giorni fa (23.10) di Marco (3,21), in cui i parenti di Gesù dicono di lui che è "fuori di sé". Ed in effetti queste parole possono far pensare ad uno fuori dalla realtà, un po' "pazzo" e fuori dal tempo: come si può pensare di essere grandi servendo gli altri? Per la mentalità del nostro tempo è inconcepibile!! Il mondo chiama con tutti i mezzi a guardare ai soldi, al potere, al successo, alla fama, alla bellezza fisica, e, per raggiungere questi risultati, la strada è quella dell'egoismo, dell'arrivismo ad ogni costo, della sopraffazione sull'altro. Non c'è posto in questo schema per il "servizio" verso l'altro, chi serve non pensa a se stesso e quindi non può arrivare a questi traguardi. Eppure Gesù ci ha chiamati proprio a questo: ci ha insegnato il servizio, e non un servizio qualsiasi, ma un servizio verso i più poveri, verso gli emarginati, i disperati, i reietti del mondo.
La pazzia di Gesù è insostenibile per il mondo di oggi, ma è l'unico modello di vita per l'esistenza eterna con Dio.

Per Riflettere

Cosa significa, per me, essere "grande" di fronte al Signore?


Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Mese di Gennaio - 2010