Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





MARTEDÌ 19 Gennaio 2010
Vangelo secondo Marco (2,23-28)
   

Ascolta


In giorno di sabato Gesù passava per i campi di grano, e i discepoli, camminando, cominciarono a strappare le spighe. I farisei gli dissero: "Vedi, perché essi fanno di sabato quel che non è permesso?". Ma egli rispose loro: "Non avete mai letto che cosa fece Davide quando si trovò nel bisogno ed ebbe fame, lui e i suoi compagni? Come entrò nella casa di Dio, sotto il sommo sacerdote Abiatàr, e mangiò i pani dell'offerta, che soltanto ai sacerdoti è lecito mangiare, e ne diede anche ai suoi compagni?". E diceva loro: "Il sabato è stato fatto per l'uomo e non l'uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell'uomo è signore anche del sabato".


Il mese di Dicembre è stato interamente curato da: Maila Dell'Unto


Medita


Proseguono i brani con cui l'evangelista Marco ci offre la novità del messaggio di Gesù. Ogni episodio entra sempre più profondamente delle maglie della vecchia visione di Dio per portare un cambiamento. In questo brano la scena si svolge nei campi. Gesù sta passando con i discepoli e, mentre camminano, strappano le spighe di grano per mangiare. Subito i farisei ne approfittano per accusare ancora il Signore che non rispetta lo Shabbat, giorno di riposo assoluto per gli ebrei, tanto da non poter neppure fare quel semplice gesto di cogliere le spighe.
Ma la risposta di Gesù è decisa e non lascia spazio a repliche: anche il grande re Davide fece ciò che non avrebbe potuto fare: mangiò i pani del tempio che erano per i sacerdoti perché lui e i suoi uomini avevano fame. La legge di Dio non è una legge contro l'uomo, ma una legge per l'uomo. Ciò che conta è il bene delle persone, la centralità dell'essere umano. Gesù richiama l'attenzione su questo: Dio è il Signore di tutto e di tutti, egli pone le sue leggi per il bene dell'umanità.

"Il Figlio dell'uomo è signore anche del sabato." Queste parole, pronunciate al tempo di Gesù, furono uno scandalo per i farisei che le ascoltavano. Come poteva quest'uomo ritenersi padrone di ciò che è solo di Dio? Eppure anche noi, oggi, in qualche modo ci "scandalizziamo" perché non siamo in grado di comprendere fino in fondo la verità di Gesù, la sua pienezza di Figlio di Dio. Il Signore è venuto a portarci la presenza viva, reale del Padre ma spesso ci dimentichiamo di questo, lo vediamo come uomo, come maestro, come guida, eppure ci manca quel salto qualitativo che ci faccia invece scoprire la sua divinità, la sua vera essenza.

Per Riflettere

Gesù è per noi veramente il Signore? Sovrano di ogni cosa?


Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Mese di Gennaio - 2010