Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





LUNEDÌ 4 Gennaio 2010
Vangelo secondo Giovanni (1,35,42)
   

Ascolta


Il giorno dopo Giovanni stava ancora là con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: "Ecco l'agnello di Dio!". E i due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, vedendo che lo seguivano, disse: "Che cercate?". Gli risposero: "Rabbì (che significa maestro), dove abiti?". Disse loro: "Venite e vedrete". Andarono dunque e videro dove abitava e quel giorno si fermarono presso di lui; erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone, e gli disse: "Abbiamo trovato il Messia (che significa il Cristo)" e lo condusse da Gesù. Gesù, fissando lo sguardo su di lui, disse: "Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; ti chiamerai Cefa (che vuol dire Pietro)"

Il mese di Dicembre è stato interamente curato da: Maila Dell'Unto


Medita


Giovanni è ancora sulle rive del Giordano, con lui ci sono due suoi discepoli. Il Battista sa bene che sta terminando la sua missione, per questo, guardando Gesù, indica a se stesso e ai discepoli la nuova strada da seguire e quella strada ha un nome: è l'"Agnello di Dio".
I discepoli comprendono e si mettono al seguito di Gesù. Il Signore vedendoli saggia le loro intenzioni: "cosa cercate?"
I discepoli cercano una "nuova dimora", vogliono capire chi sia quest'uomo, perciò Gesù li invita a vedere di persona, a stare con lui.
Stare con Gesù deve essere stata un'esperienza immediatamente stupenda e folgorante se Andrea sente il bisogno di chiamare anche suo fratello Simone rivelandogli di aver trovato il Messia.

L'incontro con Gesù è l'ingresso in una realtà nuova dove conta il luogo e il modo dello stare insieme. Vedere la "dimora" di Dio significa penetrare nella sua vita e lasciarsene penetrare. E' un incontro che trasforma, dunque, che ci rende persone nuove, tanto da cambiare il "nostro nome" così da lasciare che Cristo ci chiami a suo modo, con le sue parole e la sua novità

Per Riflettere

Siamo alla ricerca di Dio, eppure lui è con noi sempre e non ce ne accorgiamo.


Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Mese di Gennaio - 2010