Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!



Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18) Il Vangelo di ogni giorno con il commento
 

CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San
Damiano in Argento



Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Prodotti Artigianato America Latina

Cristo il Buon Pastore  Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo nella Comunita' Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Tau Artigianato Equosolidale America Latina
Croce Colomba di Pace Artigianato Equosolidale America Latina
Crocifisso Artigianato Equosolidale America Latina
Tavoletta Battesimo Artigianato Equosolidale America Latina

Artigianato Equosolidale Crocifissi per Camerette Bimbi Oggeti di Arredo Sacro Per Nascite Comunioni Battesimo 8 Articoli e Formati Diversi Per la Cameretta dei Vostri Figli, Amici e/o Parenti


Lunedì 18 febbraio 2013
Vangelo secondo Matteo (25, 31-46)


Questo numero è stato curato da: Alfredo e Giovanna Capparelli, Paolo e Laura Puglisi, Maurizio Guidato e Giovanni Mascellani

Arcidiocesi di Pisa
Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi



Ascolta


In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra.
Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”.
Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me”.
Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato”.
Anch'essi allora risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?”. Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l'avete fatto a me”.
E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».










Medita



Nel brano viene presentato il Figlio dell’uomo con un me un sovrano che riunisce la sua corte e pronunzia la sentenza o del re –pastore che separa le pecore dai montoni del gregge Viene ripresa l’immagine di Dio nella creazione, quando separò la luce dalle tenebre e benedisse l’uomo e la donna ed espresse la prima condanna del peccato dell’uomo. Gesù non giudica né condanna: egli semplicemente separa coloro che andranno alla sua destra da coloro che andranno alla sinistra. È la persona stessa che si giudica e si condanna per il modo in cui si è comportata con i piccoli e gli esclusi. Coloro che si trovano a destra del giudice sono chiamati “Benedetti dal Padre mio!”, il premio sarà il “regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo”, la motivazione è ”perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”. Gesù si identifica con il povero, il sofferente, il malato il perseguitato. Coloro che sono salvati sono chiamati giusti e sono coloro che hanno soccorso i bisognosi, gli ultimi senza chiedere nulla in cambio, senza titubanze. Coloro che si trovano alla sua sinistra sono chiamati “maledetti” e sono destinati al fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Sono condannati perché non hanno accolto Gesù affamato, assetato, straniero, nudo, malato e prigioniero. Non è che Gesù impedisce loro di entrare nel Regno, bensì il loro agire, e la incapacità di riconoscere Gesù nei sofferenti e negli emarginati dalla società. Sia i salvati che i condannati rimangono stupiti della sentenza. Non basta comportarsi bene, occorre fare di più, perché “tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me''. Accogliendo o rifiutando i più poveri, nella quotidianità della vita, si accoglie o si rifiuta Cristo stesso.



Per Riflettere



Se fossimo giudicati oggi, da che lato saremmo?




Lista Cd e DVD Religiosi
Lista Cd e DVD Religiosi
 




Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa 8 Colori disponibili: Fuxia, Giallo, Ametista chiara, Rosa, Ametista, Verde, Acqua e Bianco




Torna su: Home Page - Indice Mese di FEBBRAIO - 2013