Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!



Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18) Il Vangelo di ogni giorno con il commento
 

CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San
Damiano in Argento



Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Prodotti Artigianato America Latina

Cristo il Buon Pastore  Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo nella Comunita' Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Tau Artigianato Equosolidale America Latina
Croce Colomba di Pace Artigianato Equosolidale America Latina
Crocifisso Artigianato Equosolidale America Latina
Tavoletta Battesimo Artigianato Equosolidale America Latina

Artigianato Equosolidale Crocifissi per Camerette Bimbi Oggeti di Arredo Sacro Per Nascite Comunioni Battesimo 8 Articoli e Formati Diversi Per la Cameretta dei Vostri Figli, Amici e/o Parenti


Lunedì 4 febbraio 2013
Vangelo secondo Marco (5, 1-20)


Questo numero è stato curato da: Alfredo e Giovanna Capparelli, Paolo e Laura Puglisi, Maurizio Guidato e Giovanni Mascellani

Arcidiocesi di Pisa
Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi



Ascolta


In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli giunsero all'altra riva del mare, nel paese dei Gerasèni. Sceso dalla barca, subito dai sepolcri gli venne incontro un uomo posseduto da uno spirito impuro.
Costui aveva la sua dimora fra le tombe e nessuno riusciva a tenerlo legato, neanche con catene, perché più volte era stato legato con ceppi e catene, ma aveva spezzato le catene e spaccato i ceppi, e nessuno riusciva più a domarlo. Continuamente, notte e giorno, fra le tombe e sui monti, gridava e si percuoteva con pietre.
Visto Gesù da lontano, accorse, gli si gettò ai piedi e, urlando a gran voce, disse: «Che vuoi da me, Gesù, Figlio del Dio altissimo? Ti scongiuro, in nome di Dio, non tormentarmi!». Gli diceva infatti: «Esci, spirito impuro, da quest'uomo!». E gli domandò: «Qual è il tuo nome?». «Il mio nome è Legione – gli rispose – perché siamo in molti». E lo scongiurava con insistenza perché non li cacciasse fuori dal paese.
C'era là, sul monte, una numerosa mandria di porci al pascolo. E lo scongiurarono: «Mandaci da quei porci, perché entriamo in essi». Glielo permise. E gli spiriti impuri, dopo essere usciti, entrarono nei porci e la mandria si precipitò giù dalla rupe nel mare; erano circa duemila e affogarono nel mare.
I loro mandriani allora fuggirono, portarono la notizia nella città e nelle campagne e la gente venne a vedere che cosa fosse accaduto. Giunsero da Gesù, videro l'indemoniato seduto, vestito e sano di mente, lui che era stato posseduto dalla Legione, ed ebbero paura. Quelli che avevano visto, spiegarono loro che cosa era accaduto all'indemoniato e il fatto dei porci. Ed essi si misero a pregarlo di andarsene dal loro territorio.
Mentre risaliva nella barca, colui che era stato indemoniato lo supplicava di poter restare con lui. Non glielo permise, ma gli disse: «Va' nella tua casa, dai tuoi, annuncia loro ciò che il Signore ti ha fatto e la misericordia che ha avuto per te». Egli se ne andò e si mise a proclamare per la Decàpoli quello che Gesù aveva fatto per lui e tutti erano meravigliati.










Medita


La presenza personificata del male è una realtà a cui dobbiamo credere perché riportata chiaramente e ripetutamente nel Vangelo e perché è un fatto che riaccade continuamente nella storia come dimostra l’instancabile e preziosissimo lavoro degli esorcisti. Scacciare i demoni è uno dei primi comandi che Gesù dà ai suoi discepoli insieme a guarire i malati, risuscitare i morti, sanare i lebbrosi (Mt 10, 8) e va accolto con molta serietà ma anche con assoluta fiducia nella consapevolezza che, come ha detto recentemente il papa, “facciamo parte della squadra vincente”, cioè che la forza di Dio è superiore a quella di Satana e dei suoi demoni. In questo brano possiamo osservare proprio come i demoni scelgano come propria dimora luoghi bui, brutti e solitari e rendono gli uomini posseduti tormento per sé e per chi gli sta vicino. I demoni riconoscono la signoria di Dio e se ne sottomettono. È curioso il fatto che Gesù, liberando l’uomo dalla presenza malefica, acconsenta che questa entri dentro la mandria di porci. In questo possiamo riconoscere da un lato che agli occhi di Dio l’uomo vale più degli animali e dall’altro il fatto che i demoni si realizzano solo procurando il male, infatti entrati nei porci non dimorano in essi ma si precipitano dalla rupe in mare facendo affogare tutti gli animali. Il brano di oggi ci mostra quanto siano importanti la nostra fede e la nostra santità perché come la fede e la santità di Gesù permettono la cacciata dei demoni da quell’uomo, così noi con la stessa fede e la stessa santità potremmo vincere tutti i mali del mondo. Ma conoscendo la nostra debolezza di creature segnate dal peccato possiamo solo chiedere al Signore “aumenta la nostra fede e aiutaci nel nostro cammino di santità”.


Per Riflettere



Lo spirito impuro è forte con i deboli (tormenta l'uomo indifeso ed i suoi compaesani) e debole con i forti (di fronte a Gesù non può che sottomettersi e scongiurare). La giustizia di Dio, invece, è quella che salva i deboli.




Lista Cd e DVD Religiosi
Lista Cd e DVD Religiosi
 




Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa 8 Colori disponibili: Fuxia, Giallo, Ametista chiara, Rosa, Ametista, Verde, Acqua e Bianco




Torna su: Home Page - Indice Mese di FEBBRAIO - 2013