Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Gigi Avanti

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Mercoledì 30 dicembre 2015
Vangelo secondo Luca (2, 36-40)
























Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15% offerta sempre valida


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Ti chiediamo, o Signore,
di non lasciarci in balìa delle nostre difficoltà
invocandoti di mantenere sempre alto in noi
il livello della gioia di vivere,
convinti che tutto è grazia,
anche quello che al momento non sembra.


Ascolta


[Maria e Giuseppe portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore.] C'era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuele, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto con il marito sette anni dopo il suo matrimonio, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme.
Quando ebbero adempiuto ogni cosa secondo la legge del Signore, fecero ritorno in Galilea, alla loro città di Nàzaret. Il bambino cresceva e si fortificava, pieno di sapienza, e la grazia di Dio era su di lui.



LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Si è convertito! Conversione è una parola che noi cristiani pronunciamo con estrema facilità. Il termine greco metanoia vuol dire cambiamento del modo di pensare. Il termine latino, conversio, significa cambiamento di direzione. La metanoia viene prima della conversio. Se non si cambia mentalità difficilmente si cambia direzione: che significa il coraggio di scambiare le mille direzioni che imbrogliano la nostra vita con l’unica direzione che porta alla realizzazione piena della persona in Dio. LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Bernhard Haring (Böttingen, 10 novembre 1912 – Gars am Inn, 3 luglio 1998) è stato un teologo tedesco. Bernhard Häring è stato uno dei fondatori dell’Accademia Alfonsiana e viene considerato dai suoi successori il più grande teologo morale cattolico del XX secolo.


Medita


Il “cronista” Luca continua nella sua esposizione dei fatti senza mescolarli con le sue opinioni, perché quel che conta nelle cose di Dio è proprio questa precedenza da dare alla Verità. E la Verità non è certo una opinione o la somma delle opinioni, è Altro.
Oltre al santo vecchio Simeone, c'era anche una profetessa molto anziana che serviva Dio al Tempio giorno e notte e, guarda caso, sopraggiunge anch'ella in quel momento e si mette a parlare il medesimo linguaggio di Simeone.
Anna e Simeone, due anziani che hanno conservato calda la loro fede sotto la cenere dei tanti anni bruciati e che proprio in virtù di tale fede hanno ancora la capacità di stupirsi e di commuoversi davanti a un Bambino.
Mi piace sottolineare questa commozione gioiosa che prende piede, fin dalle viscere dell'anima, di questi due anziani e si libera subito in orazione di lode. Chissà quanto sarà stato contento lo Spirito di Dio che li aspettava, per così dire casualmente, al varco… da chissà quanto! Chissà come rimarrà invece Dio davanti alle lamentazioni logorroiche e ripetitive di tanti anziani, pur credenti e osservanti… Chissà se non gli vien voglia, magari, di ricordare loro che la gioia di vivere è la orazione a Lui più gradita… Mi viene in mente un delicato suggerimento di padre Luciano Cupia (OMI) che ha fatto scalpore: “Qualche rosario in meno, qualche carezza in più”. Lo Spirito Santo non sarà sempre “spiritoso”, ma non sarà mai comunque lamentoso.
C'è ancora un altro dato da non trascurare a conclusione di questa meditazione ed è un dato di natura pedagogica riguardante quei figli di cui si presagiscono meraviglie per il loro futuro.
Già è stato toccato questo argomento quando si è detto che, paradossalmente parlando, non esistono “problemi pedagogici”, ma solamente “realtà”. E la realtà sta in quella semplice parola “cresceva” riferita a Gesù. Come a dire che la “crescita” è una realtà fisiologica e non una realtà problematica. La crescita della persona avviene attraverso una dinamica di sviluppo del tutto naturale (ecologia della crescita?)… a patto di non escludere, a priori, il soprannaturale… se no son dolori (o problemi). Curioso notare, a livello linguistico, che il verbo “crescere”, nella cultura ebraica, ha la medesima radice etimologica del verbo “creare”. Ed è curioso ricordare, guarda caso, che la medesima parola ricorre nella primissima consegna fatta dal Creatore ad Adamo ed Eva: “Crescete e…”. Come dire “portate avanti ciò che Io ho creato”. Crescere non è quindi un problema, ma l'unica occasione che abbiamo di collaborare con Dio alla creazione… purché lo facciamo come Dio comanda.






Per Riflettere

“L'uomo forte soffre senza lagnarsi, l'uomo debole si lagna senza soffrire”. (Anonimo)








Torna su: Indice Mese DICEMBRE 2015




Home Page


Home Page