Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Gigi Avanti

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Venerdì 25 dicembre 2015
Vangelo secondo Luca (2, 1-14)
Natale del Signore - Tempo di Natale
























Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15% offerta sempre valida


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Ti chiediamo, o Signore,
di non stancarti di inviarci i tuoi luminosi segnali
e i tuoi richiami alla salvezza,
anche e soprattutto quando siamo indaffarati
nelle nostre faccende
e assordati dal chiasso degli eventi della storia.


Ascolta


In quel tempo, Zaccarìa, padre di Giovanni, fu colmato di Spirito Santo e profetò dicendo: «Benedetto il Signore, Dio d'Israele, perché ha visitato e redento il suo popolo, e ha suscitato per noi un Salvatore potente nella casa di Davide, suo servo, come aveva detto per bocca dei suoi santi profeti d'un tempo: salvezza dai nostri nemici, e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri e si è ricordato della sua santa alleanza, del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre, di concederci, liberati dalle mani dei nemici, di servirlo senza timore, in santità e giustizia al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell'Altissimo perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade, per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza nella remissione dei suoi peccati. Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio, ci visiterà un sole che sorge dall'alto, per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre e nell'ombra di morte, e dirigere i nostri passi sulla via della pace». In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordinò che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto quando Quirinio era governatore della Siria. Tutti andavano a farsi censire, ciascuno nella propria città.
Anche Giuseppe, dalla Galilea, dalla città di Nàzaret, salì in Giudea alla città di Davide chiamata Betlemme: egli apparteneva infatti alla casa e alla famiglia di Davide. Doveva farsi censire insieme a Maria, sua sposa, che era incinta.
Mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto. Diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo pose in una mangiatoia, perché per loro non c'era posto nell'alloggio.
C'erano in quella regione alcuni pastori che, pernottando all'aperto, vegliavano tutta la notte facendo la guardia al loro gregge. Un angelo del Signore si presentò a loro e la gloria del Signore li avvolse di luce. Essi furono presi da grande timore, ma l'angelo disse loro: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce, adagiato in una mangiatoia».
E subito apparve con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Dio e diceva: «Gloria a Dio nel più alto dei cieli e sulla terra pace agli uomini, che egli ama».



LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Si è convertito! Conversione è una parola che noi cristiani pronunciamo con estrema facilità. Il termine greco metanoia vuol dire cambiamento del modo di pensare. Il termine latino, conversio, significa cambiamento di direzione. La metanoia viene prima della conversio. Se non si cambia mentalità difficilmente si cambia direzione: che significa il coraggio di scambiare le mille direzioni che imbrogliano la nostra vita con l’unica direzione che porta alla realizzazione piena della persona in Dio. LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Bernhard Haring (Böttingen, 10 novembre 1912 – Gars am Inn, 3 luglio 1998) è stato un teologo tedesco. Bernhard Häring è stato uno dei fondatori dell’Accademia Alfonsiana e viene considerato dai suoi successori il più grande teologo morale cattolico del XX secolo.


Medita


Non è dato di sapere quando sia nata, da parte dei potenti, l'usanza di fare la conta dei loro sudditi, ma è plausibile pensare che questa conta avesse come scopo quello di misurare la grandezza del loro potere… e della loro vanagloria. Come dire: “Più sudditi ho, più sono potente”, “Più ho, più valgo”… Comincia così la dialettica dell'avere e dell'essere… Ma torniamo a noi, perché il brano di oggi, sul Natale ci offre ben altro su cui meditare.
Questo primo censimento indetto quando Quirino era governatore della Siria ecc. ecc. non sfugge a questa logica del potere. Ma è proprio in tale contesto storico-politico del potere umano che irrompe il Potere di Dio. Si potrebbe immaginare che Dio aspettasse al varco i potenti per mostrare la vera Potenza. È proprio in tale contesto di giochi di potere che Dio gioca la sua carta vincente, quella del potere dell'Amore. Come meditare su questo brano, oggi, per ricavarne nutrimento per l'anima? Come sempre si rimane attoniti di fronte all'agire di Dio al punto da restare senza parole… A fronte di un censimento che avvia un movimento caotico di persone e di eventi contempliamo la mossa di un Dio che tiene particolarmente d'occhio una coppia di sposi speciali alle prese con un prossimo evento speciale… Ma li tiene d'occhio, questo fa meraviglia, senza muovere un dito per facilitare le cose… Dio, si direbbe, pur avendo preferenze, non fa preferenze di sorta interferendo nel normale flusso delle vicende personali…
Mettendoci nei panni di Maria e di Giuseppe possiamo immaginare quello che avrebbero potuto pensare: “Ma proprio adesso dovevano inventarsi il censimento?” e magari anche fare conto su un appoggio particolare da parte di quello Spirito che li aveva messi in quella situazione particolare… E invece no! Alle fatiche del viaggio da Nazaret a Betlemme si aggiungono gli imprevisti del non trovare neppure un alloggio per il parto imminente… e Dio che non muove un dito, sembra. Che sia questo il modo di agire normale di Dio nella nostra vita? Che sia questa sua fiducia in noi a lasciarci liberi di muoverci? Che sia questo da ricordare quando siamo con l'acqua alla gola con il rischio di affogare nel mare dei nostri problemi? Sta di fatto che, d'improvviso, l'Evento storico silenzioso della nascita di un bambino in un luogo insolito ruba la scena all'evento storico chiassoso di un censimento. Sta di fatto che Dio tira dritto per la Sua strada e con una mossa geniale (non per niente è Dio) manda ad avvertire di questo fatto non i “potenti”, ma un manipolo di pastori del posto ignari di tutto… e senza potere di sorta. I pastori, dopo un primo momento di spavento, corrono a godere lo spettacolo gratuito di una moltitudine di angeli del Cielo che loda Dio e cantando in coro: “Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà” (che si potrebbe anche tradurre “agli uomini che amano voler fare il bene”). Potrebbe essere, a buona ragione, l'indicazione da seguire quando siamo spettatori delle meraviglie operate da Dio nella nostra vita… l'indicazione a goderne lodandolo e ringraziandolo, in barba a tutte le difficoltà e angosce che attentano alla gioia.






Per Riflettere

“Talvolta le benedizioni di Dio entrano dalle finestre… rompendo i vetri”. (Anonimo)








Torna su: Indice Mese DICEMBRE 2015




Home Page


Home Page