Anno Giubileo Della Misericordia di Dio
Libri Sconto del 15% Lista in Continuo Aggiornamento


Il Santo del Calendario:



Questo mese è stato curato da:

Gigi Avanti

Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi
Sabato 5 dicembre 2015
Vangelo secondo Matteo (9, 35-10, 1.6-8)
























Teche Porta Ostie

Teche Porta Ostia Sconto del 15% offerta sempre valida


Camici Per Sacerdote - Ministri Straordinari dell'Eucaristia - Accoliti

Camici Per Sacerdote Ministri Straordinari dell'Eucaristia e Accoliti




Icone Originali Greche
Preghiera Iniziale


Ti chiediamo, o Signore,
la grazia del discernimento
così da farci scorgere per tempo
degli scricchiolìi del nostro agire per la causa del tuo Regno
dovuti alla nostra fiacchezza spirituale
ed alla nostra flebile orazione.


Ascolta


In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità.
Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!».
Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d'Israele. Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».



LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Si è convertito! Conversione è una parola che noi cristiani pronunciamo con estrema facilità. Il termine greco metanoia vuol dire cambiamento del modo di pensare. Il termine latino, conversio, significa cambiamento di direzione. La metanoia viene prima della conversio. Se non si cambia mentalità difficilmente si cambia direzione: che significa il coraggio di scambiare le mille direzioni che imbrogliano la nostra vita con l’unica direzione che porta alla realizzazione piena della persona in Dio. LA METANOIA COME CONDIZIONE DI BASE PER ACCEDERE A DIO Bernhard Haring (Böttingen, 10 novembre 1912 – Gars am Inn, 3 luglio 1998) è stato un teologo tedesco. Bernhard Häring è stato uno dei fondatori dell’Accademia Alfonsiana e viene considerato dai suoi successori il più grande teologo morale cattolico del XX secolo.


Medita


Sempre più fantastico lo stile narrativo di Matteo che con sobrietà riporta eventi straordinari in maniera talmente ordinaria da farli sembrare di normale amministrazione. In quattro parole dipinge il quadro di un Gesù che tranquillamente trascorre la giornata “percorrendo” città e villaggi, “insegnando”, “annunciando il vangelo”, e “guarendo” ogni malattia e infermità. Un programma di vita niente male… Doveva essere talmente abituato, Matteo, a vedere Gesù in azione da insinuare l'idea che voglia indicare la medesima modalità di azione pastorale agli annunciatori del vangelo d'ogni tempo. Infatti, subito dopo aver descritto, per così dire, la facciata esterna di questa operatività di Gesù ecco che Matteo fa convergere la nostra attenzione sull'atteggiamento interiore che anima tale operatività per il Regno. Gesù “è preso da compassione” per le folle che si accalcano attorno a lui per cercare liberazione dai loro malanni e all'interno di questa “compassione” fiorisce nella sua anima un'orazione che a buon diritto potrebbe definirsi come l'orazione pastorale primaria: “Pregate il Signore della messe perché mandi operai nella sua messe”. Sembra evidente la modalità relazionale pastorale da preferire da parte di coloro che prima o poi avranno a che fare con identici problemi di gente angosciata e stanca e in cerca di sollievo morale e spirituale. Questo invito a pregare quando ci si trova alle prese con un senso di impotenza di fronte alle sofferenze umane allontana il rischio di un frenetico agire che potrebbe “sfiancare” gli stessi operatori del vangelo. Solamente così facendo si potranno vedere (o anche non vedere) miracoli. Con un particolare di rilievo. Ai dodici discepoli privilegiati assegna perentoriamente il compito di fare miracoli: guarire gli infermi, purificare i lebbrosi, scacciare i demoni e addirittura risuscitare (o meglio “rianimare”, perché la risurrezione è qualitativamente altra cosa) i morti. Al di là dello stile paradossale tanto caro a Gesù, la riuscita di questa “operazione miracolo” è legata indissolubilmente all'“operazione preghiera” (anche e soprattutto se nascosta e solitaria…). Non ci vuol molto a concludere che questo vale per i discepoli di oggi, sia per quelli di vocazione normale, sia per quelli di vocazione speciale.




Per Riflettere

“Così come la fede senza le opere è morta, anche le opere senza la fede non vanno da nessuna parte”. (Anonimo)








Torna su: Indice Mese DICEMBRE 2015




Home Page


Home Page