Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II



Cliccami - Richiesta di Amicizia Seguici su Facebook

Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San Damiano in Argento




Quadri Sacri realizzati con lastre di Argento 925% Clic per Info

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati

Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria


18 film in DVD tutti da vedere e collezionare in famiglia
18 DVD
- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


MARTEDÌ 20 Dicembre 2011
Vangelo secondo Luca (1,26-38)


Questo Mese è stato interamente curato da
Barbara Pandolfi



Ascolta


Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei.












Medita


Ritorna, nel giro di pochi giorni questo testo, noto nella nostra tradizione (anche nell’arte e nella letteratura, nella musica,,,) come “l’annunciazione”.
L’inizio del testo ci colloca nel sesto mese della gravidanza di Elisabetta, la sterile, che sarà data a Maria come segno da Dio stesso, attraverso il suo angelo. Un segno che niente è impossibile a Dio e che ciò che viene chiesto a Maria, nonostante tutta la sapienza umana, è possibile per la potenza del Signore.
Se facciamo attenzione il testo rivela molti aspetti della vocazione di Maria, una chiamata che sorprende lei e noi, che scombina i suoi progetti di giovane donna. L’inizio del vangelo lucano sembra porsi in contrasto radicale con i concetti e le attese umane legate al Messia. L’avvento del Re Messia è annunciato nella Galilea terra impura, di confine, a una giovane donna ultima tra gli ultimi nella scala del potere e della considerazione umana, tutto avviene nel silenzio di una semplice casa, che improvvisamente si inonda di luce e di Parola!
Immagine rivelative del volto di Gesù, il Dio biblico.
Il testo di Luca richiama una nota parola profetica, che la chiesa lega alla figura di Maria e all’attesa messianica, un testo che ci accompagna nel cammino verso il Natale:
Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele (Isaia 7,14)



Per Riflettere



Come intendiamo noi la vocazione? Che cosa vuol dire per noi, oggi, che il Signore ci chiama e ci visita?Quali segni scorgiamo intorno a noi, magari ancora deboli e appannati, dell’avvento dei Regno?









Ricerca personalizzata







OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA

Torna su: Home Page - Indice Mese di Dicembre - 2011