Libreria Edizioni Paoline Pisa OROLOGIO San Damiano www.libreriapaoline.com





Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento





LUNEDÌ 7 Dicembre 2009
Vangelo secondo Luca (5,17-26)
   

Ascolta


Un giorno stava insegnando. Sedevano là anche dei farisei e maestri della Legge, venuti da ogni villaggio della Galilea e della Giudea, e da Gerusalemme. E la potenza del Signore gli faceva operare guarigioni. Ed ecco, alcuni uomini, portando su un letto un uomo che era paralizzato, cercavano di farlo entrare e di metterlo davanti a lui. Non trovando da quale parte farlo entrare a causa della folla, salirono sul tetto e, attraverso le tegole, lo calarono con il lettuccio davanti a Gesù, nel mezzo della stanza. Vedendo la loro fede, disse: "Uomo, ti sono perdonati i tuoi peccati". Gli scribi e i farisei cominciarono a discutere, dicendo: "Chi è costui che dice bestemmie? Chi può perdonare i peccati, se non Dio soltanto?". Ma Gesù, conosciuti i loro ragionamenti, rispose: "Perché pensate così nel vostro cuore? Che cosa è più facile dire: "Ti sono perdonati i tuoi peccati", oppure dire: "Alzati e cammina?". Ora, perché sappiate che il Figlio dell'uomo ha il potere sulla terra di perdonare i peccati, dico a te - disse al paralitico -: alzati, prendi il tuo lettuccio e torna a casa tua". Subito egli si alzò davanti a loro, prese il lettuccio su cui era disteso e andò a casa sua, glorificando Dio. Tutti furono colti da stupore e davano gloria a Dio; pieni di stupore dicevano: "Oggi abbiamo visto cose prodigiose".


Il mese di Dicembre è stato interamente curato da: Mons.Enzo Lucchesini Vicario Episcopale per la vita Consacrata


Medita


La missione di Gesù è caratterizzata da molti miracoli; c'è chi non li sa leggere. Il brano evangelico ne ha presentato uno è compiuto davanti a loro : "sedevano là anche dei farisei e maestri della Legge, venuti da ogni villaggio della Giudea e della Galilea, e da Gerusalemme"; hanno visto, non è soltanto un racconto più o meno credibile. Tutto nasce apparentemente da un gesto di amicizia. In realtà Gesù vede molto di più: "vedendo la loro fede", dice Luca. Questi amici generosi, costretti dalle circostanze, usano un singolare stratagemma. Non è difficile scoperchiare il fragile tetto di una casa palestinese: ma l'evangelista intende dirci che niente può fermare il progetto. E Gesù sorprende tutti: hanno fatto tutto per ottenere una guarigione fisica e si sentono offrire molto di più, il perdono dei peccati. Male fisico e male morale sono in stretta connessione secondo la mentalità comune. Gesù è andato alla radice. Non tutti sono ciechi. C'è anche chi è "colto da stupore" e "pieno di timore" parla di miracolo.

Sottolineata la solidarietà con l'amico, va ricordato anche il prezzo, la fatica che c'è voluta, la sfida ad ogni convenzione nell' evitare la porta bloccata da farisei e maestri della Legge, pur di giungere alla presenza e ottenere il dono. Gesù ha visto la loro fede; certo ha bisogno di essere curata e illuminata, ma è già presente, è concreta e fa muovere i primi passi. Quasi una metafora del cammino di avvento il verso il volto del Bambino. Non possiamo pensare di compierlo da soli. Intorno a noi è fortissimo il bisogno di solidarietà, di amicizia concreta, che si preoccupa, si scomoda perché chi procede con noi riscopra l'essenziale. Magari inventando vie diverse da quelle quotidiane, con la fantasia dell'amore, con la forza della fede.

Per Riflettere

Intorno a te, quali potrebbero essere gli "amici" che hanno bisogno di parole e gesti di Vangelo? E' per te l'invito "alzati e cammina"?



Ricerca personalizzata

Info Vai alle info
 
Orologio_con_croce_San_Damiano
 
 

 


Una Pillola per lo Spirito
Servizio di Mailing_List Settimanale
Vedi esempio e-mail inviata
Iscrizione Gratuita Mailing_list Cattolica a Cura dei Coniugi M. Guidato e R. Taurchini
OSPITALITA' CONVENTUALE - Elenco: ABBAZIE, CONVENTI, MONASTERI IN ITALIA


Vai su: Home Page - Mese di Dicembre - 2009