Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18)
Il Vangelo di ogni giorno con il commento



LUNEDÌ 8 Dicembre 2008
Immacolata concezione della beata Vergine Maria
Vangelo secondo Luca (1,26-38)
Passa Parola  
 


Ascolta



Nel sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nazaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, chiamato Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: "Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te". A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: "Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine".
Allora Maria disse all'angelo: "Come è possibile? Non conosco uomo". Le rispose l'angelo: "Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio ". Allora Maria disse: "Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto". E l'angelo partì da lei.




Il mese di Novembre è stato interamente curato da: Maila Dell'Unto
 


Medita


E' uno dei brani più famosi di tutta la Scrittura, il brano dell'annunciazione dell'angelo a Maria , commentato da tutti e ormai esaminato in tutti gli aspetti. L'angelo che ha contattato Zaccaria, si avvicina ora alla vergine di Nazareth e, in un confronto serrato tra le due annunciazioni, la risposta e la fede della fanciulla risplendono per la fiducia dimostrata nei confronti delle parole dell'angelo, della parola di Dio. E proprio la parola di Dio, che si manifesta così efficace nei confronti di Maria, verrà nel mondo grazie al suo Sì. Un incontro di parole che si trasforma in un incontro di vite, la vita di Dio che si incontro con la disponibilità di vita di Maria, e che diventa immediatamente disponibilità alla vita. La nuova vita che da lei nascerà mostrerà al mondo la verità, la libertà di una vita vissuta all'ascolto di Dio. Zaccaria ha dubitato e la sua parola si è spenta, Maria chiede solo come potrà accadere, e da lei nascerà il santo, il Figlio di Dio



Per Riflettere
 

Quali parole pronunciamo nella nostra vita e quale parola decidiamo di servire?





Home Page