CROCEFISSO DI SAN DAMIANO

Crocifissi San Damiano in Argento, Legno e in Vetro di Murano Varie Misure



VOGLIO CONFESSARMI BENE!
"Ti aiuti la Madonna a riconciliarti con Dio, col tuo prossimo, con te stesso, con la vita" dal Santuario di Montenero - Livorno
/ Il Santo del Calendario:

Video Catechesi - La Preghiera del Cuore di Padre Serafino TognettiVideo Catechesi di Padre Serafino Tognetti membro della Comunità dei Figli di Dio. Una comunità di monaci nel mondo. - 1. La Preghiera del Cuore - 2. La potenza della Preghiera - 3. Il Fondamento È L'umiltà - 4. La Vita nello Spirito Santo

Ascolta e Medita Aprile 2017- Questo mese è stato curato da: Cristina e Francesco Scigliano Arcidiocesi di Pisa Centro Pastorale per l'Evangelizzazione e la Catechesi

Torna su: Indice Mese APRILE 2017



Sabato 22 aprile 2017
At 4, 13-21; Sal 117
Vangelo secondo Marco (16, 9-15)


Preghiera Iniziale


Dio di bontà e di misericordia,
che ci chiedi di collaborare alla tua opera di salvezza
manda numerosi e santi operai per la tua vigna,
perché alla tua Chiesa non manchino mai annunciatori coraggiosi del Vangelo,
sacerdoti che ti offrano anche con la vita il sacrificio dell'Eucarestia
e che quali segni splendenti di Cristo buon pastore,
guidino il tuo popolo sulle strade della carità.
Manda il tuo Spirito Santo a rinfrancare il cuore dei giovani,
perché abbiano il coraggio di dirti sì quando li chiami al servizio dei fratelli,
la perseveranza nel seguire Gesù anche sulla via della croce
e la gioia grande di essere nel mondo testimoni del tuo amore.
O Maria, Madre dei sacerdoti, dona a tutti i membri della Chiesa pisana
la tua stessa fedeltà per testimoniare a tutti
la gioia che nasce dall'incontro con Cristo che vive e regna nei secoli in eterno. Amen.
(Giovanni Paolo Benotto)


Ascolta Vangelo


Risorto al mattino, il primo giorno dopo il sabato, Gesù apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva scacciato sette demòni. Questa andò ad annunciarlo a quanti erano stati con lui ed erano in lutto e in pianto. Ma essi, udito che era vivo e che era stato visto da lei, non credettero.
Dopo questo, apparve sotto altro aspetto a due di loro, mentre erano in cammino verso la campagna. Anch'essi ritornarono ad annunciarlo agli altri; ma non credettero neppure a loro.
Alla fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura».





Medita


Questo brano del Vangelo di Marco propone una serie di diverse apparizioni fatte da Gesù subito dopo la sua risurrezione. Per prima cosa, Gesù appare ad una donna: Maria di Magdala, che era stata liberata da Gesù da sette demoni. Maria, dopo aver incontrato il risorto, corre a dirlo ai discepoli, ma essi non accettano la sua testimonianza. Gesù appare poi anche a due discepoli; si tratta di un riassunto dell'apparizione di Gesù ai discepoli di Emmaus (Lc 24, 13-35), ma, anche in questo caso, Marco sottolinea che gli altri discepoli non accettano la loro testimonianza.
Infine Gesù appare anche agli Undici e critica la loro mancanza di fede, e anche qui l'evangelista si riferisce alla resistenza dei discepoli nel credere nella testimonianza di coloro che hanno già sperimentato la risurrezione di Gesù. All'interno del Nuovo Testamento vi sono altri racconti di apparizioni del risorto, che non sempre coincidono tra di loro. Per esempio, la lista presente nella lettera ai Corinzi (1Cor 15, 3-8) è molto differente da quella di Marco. Questa varietà mostra che all'inizio i cristiani non si preoccupano di provare la risurrezione per mezzo di apparizioni: per loro la fede nella risurrezione era così evidente e viva che non c'era bisogno di prove. Le comunità, con il loro esistere in mezzo all'impero, erano già di per sé una prova viva della risurrezione. Le testimonianze delle apparizioni cominciano ad emergere più tardi, per ribattere le critiche degli avversari. Da questo brano di Marco possiamo quindi dedurre alcuni insegnamenti: in primo luogo, che la fede in Gesù passa attraverso la fede nelle persone che ne danno testimonianza; in secondo luogo, che nessuno si deve scoraggiare quando il dubbio o l'incredulità nascono nel cuore; infine, ribattere le critiche di coloro che dicevano che il cristiano è ingenuo e accetta senza critica qualsiasi notizia, poiché anche gli Undici ebbero molta difficoltà ad accettare la verità della risurrezione!




Per Riflettere

La risurrezione di Gesù comporta, per sua esigenza intrinseca, la missione universale, che è anche ciò che Gesù comanda agli Undici. Marco dice che i discepoli devono andare in tutto il mondo e predicare il vangelo a tutte le creature; come Gesù ha predicato il vangelo del Regno in Galilea, così i discepoli devono ora annunziarlo in tutto il mondo, a tutta l'umanità.


Signore Gesù,
tu che dopo la risurrezione sei apparso ad una donna,
sei apparso a coloro che erano in cammino e sei apparso agli Undici,
resta accanto a noi in ogni istante della nostra esistenza.
Sostienici quando siamo nella difficoltà
e apri i nostri occhi quando non siamo capaci di riconoscerti.
Benedici le nostre vite con i tuoi doni,
e rendici capaci, attraverso il soffio del tuo Spirito,
di testimoniare ad ogni creatura di tutto il mondo
la salvezza, la pace e la vita che solo tu puoi dare. Amen.







Torna su: Indice Mese Aprile 2017
Icone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Greche Originali Serigrafia su Foglia OroIcone Originali Greche
Copie fedeli e austeri stile bizantino (Scuola Cretese – Teofanis) realizzate da padre Pefkis, agiografo diplomato dell’Accademia Ecclesiastica del Monte Santo (località Athos) con colori autentici e tradizionali con foglio dorato, su tela e legno invecchiato

Home Page



Home Page