Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!



Ti amo Signore mia forza, Signore, mia roccia, sal.17 (18) Il Vangelo di ogni giorno con il commento
 

CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO il corcifisso di San Francesco
Crocefisso di San
Damiano in Argento



Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Prodotti Artigianato America Latina

Cristo il Buon Pastore  Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo nella Comunita' Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Artigianato Equosolidale America Latina
Cristo Risorto Tau Artigianato Equosolidale America Latina
Croce Colomba di Pace Artigianato Equosolidale America Latina
Crocifisso Artigianato Equosolidale America Latina
Tavoletta Battesimo Artigianato Equosolidale America Latina

Artigianato Equosolidale Crocifissi per Camerette Bimbi Oggeti di Arredo Sacro Per Nascite Comunioni Battesimo 8 Articoli e Formati Diversi Per la Cameretta dei Vostri Figli, Amici e/o Parenti


MERCOLEDÌ 8 Agosto 2012
Vangelo secondo Matteo (15,21-28)


Questo numero è stato interamente curato da:
VICARIO GENERALE - MONS. ENZO LUCCHESINI



Ascolta


Partito di là, Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidone. Ed ecco, una donna cananea, che veniva da quella regione, si mise a gridare: "Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio". Ma egli non le rivolse neppure una parola. Allora i suoi discepoli gli si avvicinarono e lo implorarono: "Esaudiscila, perché ci viene dietro gridando!". Egli rispose: "Non sono stato mandato se non alle pecore perdute della casa d'Israele". Ma quella si avvicinò e si prostrò dinanzi a lui, dicendo: "Signore, aiutami!". Ed egli rispose: "Non è bene prendere il pane dei figli e gettarlo ai cagnolini". "È vero, Signore - disse la donna -, eppure i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola dei loro padroni". Allora Gesù le replicò: "Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri". E da quell'istante sua figlia fu guarita.










Medita


Nella confinante “zona di Tiro e di Sidone”, dove Gesù si reca, non si vive della fede nel Dio d’Israele e non si conoscono le grandi promesse dei profeti; è naturale che sia così visto che vi abita un popolo pagano, a suo tempo vinto e sottomesso dopo l’uscita dall’Egitto. Inoltre le terre di confine sono certamente luoghi d’incontro tra popoli e religioni diverse, ma anche di contaminazione. Eppure è proprio lì che sboccia uno straordinario evento. Tutto nasce da un bisogno insostenibile, al quale nemmeno l’amore sembra poter dare risposta: la sofferenza di una madre che non sa a chi rivolgersi per aiutare la figlia “tormentata dal demonio”. E’ impossibile precisare cosa stia accadendo a questa bambina. Il modo di pensare comune , particolarmente a quel tempo, associa il male fisico al male morale; l’origine è il nemico per eccellenza di Dio e dell’uomo: il demonio, e quindi la colpa. Comunque l’amore impotente si esprime in un grido di un’insistenza quasi inspiegabile, vista l’apparente durezza del silenzio di colui che è chiamato, Gesù: “non le rivolse neppure una parola”, nota Matteo. E ancor più dura è la frase che segue. Interviene l’intercessione interessata dei discepoli fortemente infastiditi dall’incessante urlare. Ma quel grido forse ripete quanto lo donna ha già ascoltato da altre mamme seguendo il Signore: “Pietà di me, figlio di Davide!”; e Gesù fne prende motivo per rimproverare chi non sa pregare come la donna: “Signore, aiutami!” e con la sua straordinaria umiltà: “….anche i cagnolini mangiano le briciole che cadono dalla tavola…”. La fede è sempre più precisa e determinata: Dio, l’amore, diventa debole per una preghiera così: e lo confessa: “Donna, grande è la tua fede!” , certo più grande di quella dei discepoli, e ancor più di quanti hanno goduto un amore privilegiato ed ora non sanno affidargli il loro bisogno o il loro dolore: perciò: “Avvenga per te come desideri!”.




Preghiamo



Ascolta la nostra voce, Signore nostro Dio: abbi pietà, facci grazia e abbi compassione di noi. Accogli con misericordia e con gradimento la nostra preghiera, e la nostra supplica, poiché Padre pieno di misericordia sei tu da sempre e così non torneremo a mani vuote dalla tua presenza. Perché un Dio che ascolta la preghiera e la supplica sei tu, Benedetto tu, Signore, che ascolti la preghiera. Sedicesima delle Diciotto benedizioni




Lista Cd e DVD Religiosi
Lista Cd e DVD Religiosi
 







Torna su: Home Page - Indice Mese di AGOSTO - 2012