Diario della Preghiera - Teofane il Recluso

Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive



Salmo 94 (93) - Il Dio giusto

[1] Dio vendicatore, Signore,
Dio vendicatore, risplendi!
[2] Àlzati, giudice della terra,
rendi ai superbi quello che si meritano!
[3] Fino a quando i malvagi, Signore,
fino a quando i malvagi trionferanno?
[4] Sparleranno, diranno insolenze,
si vanteranno tutti i malfattori?
[5] Calpestano il tuo popolo, Signore,
opprimono la tua eredità.
[6] Uccidono la vedova e il forestiero,
massacrano gli orfani.
[7] E dicono: «Il Signore non vede,
il Dio di Giacobbe non intende».
[8] Intendete, ignoranti del popolo:
stolti, quando diventerete saggi?
[9] Chi ha formato l’orecchio, forse non sente?
Chi ha plasmato l’occhio, forse non vede?
[10] Colui che castiga le genti, forse non punisce,
lui che insegna all’uomo il sapere?
[11] Il Signore conosce i pensieri dell’uomo:
non sono che un soffio.
[12] Beato l’uomo che tu castighi, Signore,
e a cui insegni la tua legge,
[13] per dargli riposo nei giorni di sventura,
finché al malvagio sia scavata la fossa;
[14] poiché il Signore non respinge il suo popolo
e non abbandona la sua eredità,
[15] il giudizio ritornerà a essere giusto
e lo seguiranno tutti i retti di cuore.
[16] Chi sorgerà per me contro i malvagi?
Chi si alzerà con me contro i malfattori?
[17] Se il Signore non fosse stato il mio aiuto,
in breve avrei abitato nel regno del silenzio.
[18] Quando dicevo: «Il mio piede vacilla»,
la tua fedeltà, Signore, mi ha sostenuto.
[19] Nel mio intimo, fra molte preoccupazioni,
il tuo conforto mi ha allietato.
[20] Può essere tuo alleato un tribunale iniquo,
che in nome della legge provoca oppressioni?
[21] Si avventano contro la vita del giusto
e condannano il sangue innocente.
[22] Ma il Signore è il mio baluardo,
roccia del mio rifugio è il mio Dio.
[23] Su di loro farà ricadere la loro malizia,
li annienterà per la loro perfidia,
li annienterà il Signore, nostro Dio.


Commento al Salmo


Questo salmo celebra la sovranità di Dio su tutto il mondo. Nulla sfugge a Dio; il suo disegno salvifico nel mondo è saldo e per esso tiene saldo il mondo. Il Signore di fronte all'agitarsi degli uomini afferma la sua sovranità. Egli nell'agitarsi degli imperi contro Israele interviene con la sua potenza; l'immagine che il salmo presenta è quella di un re guerriero che si riveste di armature lucenti: “Si riveste di maestà: si riveste il Signore, si cinge di forza". Nessuno mai ha potuto annullare la sovranità di Dio, e nessuno lo potrà: “Stabile è il tuo trono da sempre, dall'eternità tu sei”.
Le acque dei fiumi e dei mari non possono più sommergere la terra, perché l'ordine cosmico fissato da Dio non è alterabile (Gn 1,9; 9,11), così pure i popoli non possono annullare il disegno salvifico di Dio nella storia.
I fiumi a cui il salmo fa riferimento sono il Nilo e l'Eufrate, entrambi producevano grandi alluvioni. Essi sono presi a simboli dell'Egitto e dell'Assiria che dilagavano con i loro eserciti nella Palestina. “I fiumi” alzano la loro voce, il loro fragore, ma nulla possono contro Dio. Gli Assiri si sono impadroniti di Tiro, grande potenza del mare, e così da Tiro, tradizionalmente vicino a Gerusalemme, parte la minaccia “dei flutti del mare”. Gli Egiziani, poi, si sono alleati con gli Assiri (2Re 23,29). Queste “acque impetuose” vogliono sommergere, travolgere il disegno di Dio, che ha come punto stabile Israele ricco degli insegnamenti di Dio e religiosamente organizzato attorno al tempio, vincolo di santità.
Il salmo è stato probabilmente composto dopo le grandi incursioni Egiziane e Assire nella Palestina, prima dell'affermarsi dell'impero Babilonese nel 612 con la distruzione di Ninive capitale dell'Assiria.
Il disegno salvifico di Dio, che è Cristo e la sua Chiesa non potrà mai essere abbattuto dalle “acque impetuose” dei popoli in agitazione (Cf. Ap 17,15).

Pagina Indice Salmi


Le Parole di Papa Francesco Catechesi
Le Parole di Papa Francesco Catechesi
Papa Francesco Catechesi sul “Padre nostro”

Papa Francesco Catechesi sugli Atti degli Apostoli

Papa Francesco Catechesi i Sette Doni dello Spirito Santo

Papa Francesco Catechesi i Dieci Comandamenti o Decalogo

Papa Francesco Catechesi La Speranza Cristiana


Iniziazione alla vita spirituale
Decisione iniziale e perseveranza. Se vuoi salvarti l’anima e acquistare la vita eterna, scuotiti dal torpore, fatti il segno della croce e di’: «Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen»

La Metanoia come condizione di base per accedere a Dio

Riflessioni Di Autori Antichi e Moderni
Letture Patristiche Padri della Chiesa - Dottori della Chiesa - Santi e Beati

Sant'Agostino - Lettera a Proba sul modo di pregare

Sermoni del Curato D'Ars Scritti Scelti

L'uomo in Preghiera
Catechesi sulla Preghiera di Benedetto XVI “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)



Vangelo
di ogni Giorno
con Commento





Home Page