Il Volto dell’Umile - Isacco di Ninive



Salmo 114 (113A) - Inno pasquale

[1] Quando Israele uscì dall’Egitto,
la casa di Giacobbe da un popolo barbaro,
[2] Giuda divenne il suo santuario,
Israele il suo dominio.
[3] Il mare vide e si ritrasse,
il Giordano si volse indietro,
[4] le montagne saltellarono come arieti,
le colline come agnelli di un gregge.
[5] Che hai tu, mare, per fuggire,
e tu, Giordano, per volgerti indietro?
[6] Perché voi, montagne, saltellate come arieti
e voi, colline, come agnelli di un gregge?
[7] Trema, o terra, davanti al Signore,
davanti al Dio di Giacobbe,
[8] che muta la rupe in un lago,
la roccia in sorgenti d’acqua.


Commento al Salmo


Questo salmo è unito dalle versioni (LXX, Volgata, Siriaca, ecc.) al successivo 113 B, ma erroneamente. Nel testo ebraico è presentato correttamente come un salmo distinto.
Il salmo presenta in un unico quadro la liberazione dall'Egitto e l'elezione di Israele a suo santuario e suo dominio. Il salmo parla di Giuda perché era la tribù depositaria della promessa del futuro dominatore delle genti (Gn 49,10).
“Il mare vide e si ritrasse, il Giordano si volse indietro”, “vedendo” la presenza di Dio, condottiero del suo popolo. “Le montagne saltellarono come arieti, le colline come agnelli di un gregge”, di fronte alla presenza di Dio. E' l'evento della teofania sul Sinai (Es 19,18; Gdc 5,5). Questa memoria presenta come il terremoto ebbe ripercussioni in un ampio territorio.
Il salmista, che fa memoria dei grandi eventi di Israele, si immagina presente e interroga il mare, il Giordano e i monti, sul perché del loro fuggire del loro tremare. La risposta il salmista l'ha già messa in campo ed è che hanno “visto” Dio e obbedito alla sua potenza irresistibile.
Dunque, “Trema, o terra, davanti al Signore”, perché Dio è re di tutta la terra ed è il condottiero di Giacobbe, cioè di Israele.
Cristo è il capo della Chiesa, il suo re, colui che la conduce e sostiene con il suo Spirito. “Trema, o terra”, perché di fronte a Cristo nulla può resistere; e sempre darà vigore alla Chiesa nel deserto del mondo, perché può mutare “la rupe in un lago, la roccia in sorgenti d'acqua”.

Pagina Indice Salmi


Le Parole di Papa Francesco Catechesi
Le Parole di Papa Francesco Catechesi
Papa Francesco Catechesi sul “Padre nostro”

Papa Francesco Catechesi sugli Atti degli Apostoli

Papa Francesco Catechesi i Sette Doni dello Spirito Santo

Papa Francesco Catechesi i Dieci Comandamenti o Decalogo

Papa Francesco Catechesi La Speranza Cristiana


Iniziazione alla vita spirituale
Decisione iniziale e perseveranza. Se vuoi salvarti l’anima e acquistare la vita eterna, scuotiti dal torpore, fatti il segno della croce e di’: «Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen»

La Metanoia come condizione di base per accedere a Dio

Riflessioni Di Autori Antichi e Moderni
Letture Patristiche Padri della Chiesa - Dottori della Chiesa - Santi e Beati

Sant'Agostino - Lettera a Proba sul modo di pregare

Sermoni del Curato D'Ars Scritti Scelti

L'uomo in Preghiera
Catechesi sulla Preghiera di Benedetto XVI “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1)



Vangelo
di ogni Giorno
con Commento





Home Page