Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

Omelia Domenicale e Festiva a cura di Don Michele Cuttano

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati



Narrare la Fede ai Figli Omelia Domenicale e Festiva

Entra - Di chi è la colpa - comunità di caresto
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San Damiano in Argento

Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa
Braccialetto Rosario

Abbastanza grande per esser indossato come collana rosario
Rosario originale di Betlemme

Il Libro Consigliato


22 luglio 2012, 16ª domenica del Tempo ordinario.

Letture: Ger 23,1-6; Ef 2,13-18; Mc 6,30-34.

UN’ESTATE DA RACCONTARE…




Fa caldo, piove, tira vento, non si capisce che estate sia, ma …
penso che nella mente di ognuno di noi si sia affacciato il pensiero delle vacanze, di un periodo di riposo, di meritato riposo.
Può capitarci in questo periodo, nello svolgere le nostre normali attività, di avvertire una sensazione di tedio…
Magari di avere poca pazienza verso i familiari, di non sopportare in ufficio quel collega particolare, oppure il desiderio irrefrenabile di non sentir più parlare di “crisi
economica”, di essere particolarmente “suscettibile” con la suocera, di essere insofferente nell’ascolto dell’omelia in Chiesa…
Insomma tante situazioni di vita che normalmente viviamo che all’improvviso ci diventano pesanti.
Una pubblicità televisiva di qualche secolo fa diceva più o meno così:
“Fermate il mondo, voglio scendere…”.
Per ritrovare dei ritmi diversi, più umani…
Mi sembra che fosse la pubblicità di un amaro…
Magari fosse così semplice!
Il Vangelo di questa settimana ci presenta una situazione che ha a che fare con il riposo.
I discepoli inviati in missione, vedi il Vangelo di Domenica scorsa, ritornano da Gesù e raccontano le esperienze fatte.
Dovevano essere stanchi perché Gesù rivolge loro queste parole:
“Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un pò”.
Mentre scrivevo il versetto del Vangelo nella mia mente è passato un fugace pensiero:
Ho paragonato le mie vacanze, anzi le nostre, con le parole di Gesù.
Sembrano quasi ridicole, per i nostri ritmi di vita, le parole “Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po’”.
Spesso anche le vacanze diventano un qualcosa che di vacanza ha solo il nome.
Penso a quelle meravigliose spiagge con gli ombrelloni uno sopra l’altro, diremmo “ombrelloni a castello”;
Penso a quelle “sensuali” file di auto ai caselli autostradali;
Penso alle veglie notturne con le zanzare che sembrano degli aerei F 16 in fase di decollo..;
Penso alle mamme promosse “cuoche del battaglione” per quelle tavolate estive con dieci pargoletti che saltano da tutte le parti a cui si aggiungono i nonnini
insofferenti…;
Penso a tutti gli sguardi sulla spiaggie;
Penso ai “Gossip” di chi manca da tempo dalla cittadina natia…
Un’estate da raccontare…, come tutte le altre…
In realtà, per molti, l’unica realtà da cui ci si stacca veramente nel periodo delle vacanze, è il rapporto con Dio: Mandiamo Dio in vacanza!
Sono cattivo, vero?
Lo sono ma, purtroppo, anche realista…
Eppure Gesù si preoccupa dei suoi discepoli invitandoli ad un periodo di riposo…
Un periodo di riposo in Sua compagnia.
Pura fantascienza mistica direte voi, soprattutto d’estate!
Sai, c’è un momento di riposo anche per l’anima.
Ti sembrerà strano ma l’anima non ha bisogno di mare o di monti o di crociere…
L’anima, forse abbiamo dimenticato di averla;
Forse abbiamo dimenticato da tempo di fare qualcosa per l’anima;
Forse l’abbiamo dimenticata in parrocchia…, magari dimenticata da mesi in un casuale pomeriggio di confessione.
Come se il suo unico alimento sia un pensiero fugace e occasionale verso Dio oppure ascoltare una Messa… o partecipare alla Solenne processione della festa
patronale…
Che grandi cristiani che siamo!.
Caro fratello, per la tua anima non ho da consigliarti un “Hotel Paradiso” a venti stelle.
Voglio solo dirti:
Da quanto tempo non ti fermi un po’ e ascolti Dio che parla al tuo cuore?
Da quanto tempo non ti fermi con i tuoi figli, con tua moglie e lasci parlare Dio?
Da quanto tempo non ritrovi la tua dimensione di Figlio di Dio?
Da quanto tempo hai dimenticato di chiederti a che punto sei davanti a Dio?
Da quanto tempo non incontri per un minuto di seguito lo sguardo di Dio negli occhi dei tuoi cari?
Da quanto tempo non permetti alla tua anima di pregare con le parole del salmo:
“O Dio tu sei il mio Dio all’aurora ti cerco, di Te ha sete l’anima mia, a te anela la mia carne, come terra deserta, arida, senza acqua …”.
Ora è il tempo opportuno.
Sarebbe un’estate da raccontare…, tornando dal mare…!
Il raccontino è vecchio ma ci calza…
- C’era una volta un boscaiolo che si presentò a lavorare in una segheria. Il salario era buono per cui il boscaiolo volle fare bella figura.
Il primo giorno si presentò al capo reparto, il quale gli diede un’ascia e gli affidò una zona del bosco.
L’uomo, pieno di entusiasmo, andò nel bosco a fare legna. In una sola giornata abbatté diciotto alberi.
“Complimenti” gli disse il capo reparto.
Il giorno dopo il boscaiolo decise di migliorare il suo rendimento, quella sera andò a letto presto.
La mattina dopo si alzò prima degli altri e andò nel bosco.
Nonostante l’impegno, non riuscì ad abbattere più di quindici alberi.
“Devo essere stanco” pensò e decise di andare a dormire al tramonto.
Il giorno dopo furono sette, poi cinque, e l’ultimo giorno passò l’intero pomeriggio tentando di tagliare il suo secondo albero.
Preoccupato per quello che avrebbe pensato il capo reparto, il boscaiolo andò a raccontargli quello che era successo, e giurava e spergiurava che si stava sforzando ai
limiti dello sfinimento.
Il capo reparto gli chiese: “Quando è stata l’ultima volta che hai affilato la tua ascia?”.
“Affilare? Non ho avuto il tempo di affilarla: ero troppo occupato ad abbattere alberi…”-

Gesù si rivolge a noi e ci dice: “Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un pò”.

Semplicemente un servo inutile in Cristo



La Fede Comincia a Casa

3 LIBRI

sconto
15%

Maria
e Mark
Holmen
Entra Cliccami Entra Cliccami Entra Cliccami
  La Preghiera
Per i papà
Per le mamme





Home Page . Torna su OMELIA Domenicale