Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

Omelia Domenicale e Festiva a cura di Don Michele Cuttano

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati



Narrare la Fede ai Figli Omelia Domenicale e Festiva

Entra - Di chi è la colpa - comunità di caresto
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San Damiano in Argento

Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa
Braccialetto Rosario

Abbastanza grande per esser indossato come collana rosario
Rosario originale di Betlemme

Il Libro Consigliato


Domenica 18 marzo 2012, 4ª domenica di Quaresima.

Letture: 2 Cr 36,14-16.19.23; Ef 2,4-10; Gv 3,14-21.

APRI LE BRACCIA E POI VOLA


La Domenica della Gioia.
Iniziamo male questa settimana, vero?
Non so che stagione della tua vita stai attraversando… (diciamo che il calendario ci ricorda che siamo ad un passo dalla in primavera).
Sai frugando fra le cose della vita, leggendo le pagine della nostra vita non so quante di queste possiamo definirle gioiose.
No, non è una depressione da cambio di stagione o da tradimenti vari che non mancano mai…
Conosco però e ascolto tante ma veramente tante persone.
Ho imparato ad andare oltre i tanti sorrisi di circostanza, a capire che spesso ci sono delle situazioni di vita che non inducono alla gioia, che amareggiano tutto il vissuto.
Tante difficoltà a volte affollano i nostri cuori.
Le cause sono tante:
La salute che manca, gli affetti che traballano, una particolare situazione economica precaria, un disperato bisogno di essere amati da qualcuno,
Non ci sono età o categorie sociali esenti da queste esperienze.
Vale per il vecchietto come me, acchiappa quello a cui gli escono i soldi dalle orecchie, turba l’adolescente, colpisce il giovane, incastra anche quello che ha un fisico bestiale …
Insomma, quando ti coglie ti coglie…
Eduardo, il grande, direbbe: “Ada passa a nuttat..!”
Però il problema è che poi c’è un’altra nottata!
Che fai, ci vogliamo fare una cantata della serie “pigliate na pastiglia” ?
Dai, proviamo a leggere il Vangelo, hai visto mai che in una Domenica di quaresima peschiamo un sorriso alla vita?
La Domenica della GIOIA!
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Hai presente tutti i miei e tuoi peccati?
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Hai presente tutti quei momenti in cui pensi “Fermate il mondo, voglio scendere?”
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Hai presente tutti quei momenti in cui non reggi più?
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Hai presente tutti quei momenti in cui ti chiudi in te stesso e pensi che è proprio “tutt nà schifezz”?
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Hai presente quando ti vengono le lacrime agli occhi e non riesci a fermarle?
“Perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna..”
Si è incantato il diacono?
No, la notizia di questa settimana coglie in contropiede tutti gli esseri umani:
Dal filosofo al cattolico;
dal mussulmano al buddista;
dall’epicureo al menefreghista;
dal comunista al fascista;
dall’operaio al padrone;
dal pio al peccatore;
dal delinquente al carabiniere;
dal carcerato alla sua guardia;
dalla suocera alla nuora;
dall’iraniano all’americano;
da “cosa nostra” all’Eccellentissima Suprema Corte di Cassazione;
dal sacerdote al povero diacono!
Quale notizia può mai cambiare le sorti dei nostri cuori?
Una inaspettata impennata delle borse?
Forse in molti aspettano questa notizia come una Pasqua ma,
credimi, c’è qualcosa di molto più importante,
che non si può paragonare a niente…:
DIO TI AMA.
Sì, Dio ci ama nonostante tutto.
Non scherzo, è la notizia più sconvolgente della storia dell’umanità:
Dio ci ama veramente, ci ama quando siamo peccatori, quando siamo mancanti.
Il Vangelo ci apre le porte della vita eterna, come facciamo a non essere felici?
“Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui”.
Credimi, ripartire dall’Amore di Cristo è la prospettiva di gioia più sicura che esista.
Abbiamo un posto in prima fila…
No, non davanti alla televisione…
Nella vita eterna, il posto in prima fila è nella vita eterna!
Accomodati.
Il raccontino di questa settimana racconta di un dialogo fra un frate novizio e il suo padre spirituale, magari capita anche a noi un momento di sfiducia…:
Quel giorno era terribilmente sfiduciato: tutti gli sforzi per mi¬gliorare nel bene gli risultavano inutili.
- Padre, - disse in lamenti, - io lascio tutto e ritorno nel mondo. La mia vita spirituale è come un cesto di vimini: l'acqua della Parola e dell'Amore di Dio vi scorre tutta via!
Con dolcezza gli rispose il vecchio eremita:
- Fratello, tu forse non comprendi tutto il vero. L'acqua della grazia di Dio, nel cesto del tuo cuore, compie almeno due meravi¬glie:
- lo lava, e un cesto pulito può essere utile a molte cose;
- e rende più resistenti i giovani vimini, perché possa durare di più al servizio di Dio e degli uomini.
Coraggio, qualsiasi sia la tua storia, alza gli occhi verso Lui, apri le braccia e poi vola…

servo inutile, sulla graticola!


La Fede Comincia a Casa

3 LIBRI

sconto
15%

Maria
e Mark
Holmen
Entra Cliccami Entra Cliccami Entra Cliccami
  La Preghiera
Per i papà
Per le mamme





Home Page . Torna su OMELIA Domenicale