Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

Omelia Domenicale e Festiva a cura di Don Michele Cuttano

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati



Narrare la Fede ai Figli Omelia Domenicale e Festiva

Entra - Di chi è la colpa - comunità di caresto
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San Damiano in Argento

Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa
Braccialetto Rosario

Abbastanza grande per esser indossato come collana rosario
Rosario originale di Betlemme

Il Libro Consigliato


Domenica 11 Marzo 2012 III Domenica di Quaresima Anno B

Letture: Esodo 20,1-17; Salmo 18; 1 Corinzi 1,22-25; Giovanni 2,13-25

CHISSA’ SE LO SAI…


Ve lo devo ancora ricordare?
Ci stiamo preparando per la Pasqua!
Che dirvi, il clima esterno non aiuta molto…
Magari siamo tutti presi da “grandi sorelle” televisive;
borse che calano sempre di più, si svuotano e noi che dobbiamo tappare buchi altrui e riempirle;
il bollettino di violenze quotidiane nei confronti dei più deboli.
E poi le tante speranze di cambiamento di vita che ci coinvolgono nostro malgrado.
Magari il venerdì ci viene pure a mente che è quaresima, magari l’idea ci balza a causa dell’astinenza dalle carni o per qualche casuale “via Crucis”.
Soliti peccati;
soliti impegni non mantenuti;
solite preghiere;
…solita quaresima che attende…
la solita Pasqua che ci porterà una bella colomba e un uovo di cioccolato con sorpresa!
Poveri noi se nella nostra esistenza della Pasqua è rimasto questo.
Che sconforto…
Che farebbe Gesù oggi con noi?
Proprio quello che fa nel Vangelo di questa terza settimana di quaresima
“Allora fece una frusta di cordicelle e scacciò tutti fuori del tempio, con le pecore e i buoi; gettò a terra il denaro dei cambiamonete e ne rovesciò i banchi…”
Mette alla porta coloro che con il tempio non hanno nulla a che fare, coloro che si interessavano a quel posto per un proprio tornaconto personale.
Gesù usa una sferza di cordicelle;nel recinto sacro del Tempio era proibito introdurre bastoni o altro…
Avevano ridotto il Tempio di Dio ad un mercato.
Fratello carissimo , non è che ci vuole la “sfera magica dell’indovino” per farti capire che il tempio che oggi Gesù vuole ripulire è la nostra vita.
Chi sono i mercanti e i cambiavalute?
Siamo noi tutte le volte che riduciamo la nostra vita ad un “dare ed un avere”, a degli scambi di mercato e dimentichiamo la dignità che abbiamo, la regalità che Dio ha donato ad ognuno di noi.
Sì, la nostra esistenza è regale perché ci viene da Dio.
Mi dirai “ma quale regalità d’Egitto…”
Certo che nel peccato non la ritroviamo.
Eppure se Cristo interviene con tanta forza una ragione ci deve essere, se Cristo tiene tanto al Tempio fatto di mattoni, non pensi che tenga a noi ancora di più?
Magari ci troviamo ora a combattere con una tentazione.
C’è una tentazione che appartiene a molti di noi, quella di convincerci che poi in fondo non siamo così cattivi come il mondo che ci circonda.
Sì, ci sentiamo peccatori ma poi non è una cosa esagerata…
Sai che ti dico?
Vatti a leggere la prima lettura di questa Domenica.
Leggitela con calma e mettici al fianco la tua vita e confrontala,
confronta le tue azioni quotidiane con i dieci comandamenti.
Non si è ladri solo andando in banca a rapinare ma anche non pagando il dovuto alla tasse o speculando in borsa;
Non si è adulteri solo commettendo ma anche desiderando nel cuore…;
Non si è omicida solo sparando ma anche giudicando…;
Non si disprezza Dio solo bestemmiando ma anche con l’indifferenza nei confronti del prossimo…;
Non si fa proprio nessuna Pasqua se hai odio nei confronti di quel parente o di quel collega o di quel vicino di casa…!
Dura, vero?
Ma non è troppo tardi, possiamo ancora riprendere il nostro cammino verso la Pasqua.
Lasciamoci guidare da Gesù.
Sai qual’è per noi oggi quella “sferza di cordicelle” con cui Gesù scaccia i venditori e i cambiavalute dai nostri cuori?
La Sua Parola.
Sì, la Sua Parola ha un potere nella nostra vita, ha il potere di denunciare il male che produciamo.
Non siamo soli, Lui ci guida alla ricerca delle opere dell’uomo vecchio.
Terza domenica di quaresima, si riprende alla grande!
Se vuoi…
Ascolta il raccontino:
Tre monaci si riunirono un giorno nel nome di Gesù, nel deserto, per pregare insieme.
Distesero tre stuoie sulla sabbia e iniziarono a pregare. Ma subito un monaco si levò e mise nel mezzo una quarta stuoia; poi ritornò al suo posto e continuò a pregare con maggior fervore.
In una pausa, gli altri monaci chiesero il perché avesse messo la quarta stuoia.
Ri¬spose: “La quarta stuoia è per Cristo Gesù, che ha promesso d'essere sempre presente dove due o tre si riuniscono nel suo nome!”
Quando ricominciarono, la preghiera era diventata per tutti più bella, più autentica, più fruttuosa.
Accogliamo Cristo nella nostra vita, viene a liberarci dai mercanti…

servo inutile, in modo permanente.


La Fede Comincia a Casa

3 LIBRI

sconto
15%

Maria
e Mark
Holmen
Entra Cliccami Entra Cliccami Entra Cliccami
  La Preghiera
Per i papà
Per le mamme





Home Page . Torna su OMELIA Domenicale