Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

Omelia Domenicale e Festiva a cura di Don Michele Cuttano

Iscriviti Mailing List
Inserisci il tuo Nome e Indirizzo E-Mail:
Nome:
Email:
Iscriviti Cancellati



Narrare la Fede ai Figli Omelia Domenicale e Festiva

Entra - Di chi è la colpa - comunità di caresto
CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San Damiano in Argento

Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa
Braccialetto Rosario

Abbastanza grande per esser indossato come collana rosario
Rosario originale di Betlemme

Il Libro Consigliato


Domenica 8 aprile 2012, Pasqua di Risurrezione - DIMMELO TU COS’E’


E magari abbiamo fatto pure i digiuni;
E magari abbiamo fatto pure più preghiere;
E magari abbiamo fatto pure qualche penitenza del tipo “ non mangiar dolci”;
E magari siamo riusciti pure a non dire maleparole;
E magari abbiamo fatto pure qualche “via crucis”;
E magari siamo riusciti a fare pure quel “fioretto”che avevamo pensato;
E magari abbiamo comprato pure qualche bell’uovo di cioccolata e una bella colomba;
E magari ora pensiamo che anche questa Pasqua è fatta!
Fatta la Pasqua, cosa ci resta?
Su, coraggio, diamoci da fare per la pasquetta…
Dimenticato niente?
No, non è un problema, anche perché i negozi sono aperti pure a pasquetta…
No, perdindirindina (stiamo sotto Pasqua, non posso mettere altre esclamazioni), non volevo dire “dimenticato niente” in quel senso!
Volevo solo chiederti: E’ tutta questa la Pasqua che aspettiamo?
Ci facciamo una passeggiata?
Dalle mie parti ci si può fare una bella passeggiata al castello, magari a raccogliere ruca.
E se provassimo a fare quel percorso di vita che cerchiamo con tutte le nostre forze di dimenticare? Saremmo in buona compagnia, le donne nel Vangelo della notte di Pasqua si recano al Sepolcro.
“Dopo il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare la tomba”
Quelle donne ci vanno per imbalsamare un cadavere, per onorare un morto a loro molto caro.
Sì, vanno a fare visita a Gesù morto.
Lo sai in cosa si imbattono?
Invece di trovare un morto si imbattono per la prima volta nella loro vita con la RESURREZIONE!
“L’angelo disse alle donne: «Voi non abbiate paura! So che cercate Gesù, il crocifisso. Non è qui. È risorto, infatti, come aveva detto; venite, guardate il luogo dove era stato deposto”
Qui inizia per loro e per tutta l’umanità una storia nuova, totalmente inaspettata.
Un ricominciare a vivere la propria esistenza in maniera totalmente diversa:
CON LA GIOIA VERA!
Che cosa mai può significare per noi andare al sepolcro?
Quella tomba è il nostro cuore tutte le volte che pecchiamo, tutte le volte che non amiamo, il nostro cuore si chiude proprio come si chiude una tomba!
Caro fratello, la veglia della notte di Pasqua inizia con un annunzio stupendo, che è un inno d’amore, l’Exsultet.
Un verso di questo dice testualmente: “Felice colpa che meritò di avere un così grande Redentore”.
Ma tu lo capisci che vuol dire?
Che il nostro peccato è trasformato in Cristo in un episodio felice!
In questa frase si riassume tutto lo scandalo di un Dio che ama le Sue creature di un amore viscerale, che viene dalla Sua essenza.
Sì, questa è la proposta di Dio per te e per me.
Ripartire dalle nostre macerie, dalle nostre sconfitte più infami, dai nostri tradimenti, dai nostri egoismi, dalla nostra avarizia, dalla nostra superbia, dalla nostra lussuria, dal nostro menefreghismo, dalle nostre violenze quotidiane.
Dio ci ama quando siamo peccatori, peccatori non concettualmente ma veramente!
Dimmi, non è uno scandalo questo amore?
Chiedi a chi vuoi, prendi qualsiasi religione al mondo e chiedi:
C’è mai un dio che ama in questa maniera?
C’è mai un dio nell’universo che si fa peccato e paga per i peccatori?
Fare Pasqua per me e per te significa farsi abbracciare dall’Amore di Dio e sperimentare la RESURREZIONE.
Ripartiamo come cristiani dai nostri sepolcri e riprendiamo un cammino con Dio che ci porti alla vita:
Fidiamoci di Dio.
Anche se viviamo in un mondo che dice di ricercare la vita ma questa ricerca avviene poi concretamente in un dare la morte…
Non chiniamo più il volto alla ricerca della morte, alziamo le nostre anime e sperimentiamo il vero amore.
Sperimentare questo amore è il primo passo, il secondo è donare al prossimo questo amore.
Questa è la PASQUA.
Termino augurandovi una Santa Pasqua d’incontro con l’amore di Dio.
Buona Pasqua al mio Vescovo, buona Pasqua ai sacerdoti, anche a quelli che sono già in cielo, buona Pasqua a tutti i carcerati e a tutti i loro familiari che sempre li vedo attendere per strada ore per incontrarli pochi minuti, buona Pasqua a tutti gli agenti di custodia che mi accolgono sempre con un sorriso, buona Pasqua a tutti gli ammalati che sanno di non poter guarire, buona Pasqua a tutti gli innamorati della vita nonostante tutto, buona Pasqua a tutti i barboni e a chi non si importa di tutto il mondo e passa la Pasqua con loro, buona Pasqua a tutte le mamme e a tutti i papà che hanno i loro figli già in cielo, buona Pasqua a chi ancora non sa alzare gli occhi verso Dio, buona Pasqua a tutte le mamme che lottano per la vita dei loro figli, buona Pasqua a tutti i depressi, buona Pasqua a tutti quelli che sono sui bordi di una strada a vendersi, buona Pasqua a chi ha trovato lavoro centinaia di chilometri lontano da casa, buona Pasqua a chi sarà precario a lavoro per tutta la vita, buona Pasqua a chi mi dice che ha le prove che Dio non esiste, buona Pasqua a chi crede di non credere più in niente, buona Pasqua a chi è disperato e aspetta la morte come una liberazione, buona Pasqua a chi ha permesso e creduto in questi incontri con la Parola di Dio attraverso internet, buona Pasqua a chi ha l’animo che piange e il sorriso sul volto per il prossimo.

Buona Pasqua un servo inutile


La Fede Comincia a Casa

3 LIBRI

sconto
15%

Maria
e Mark
Holmen
Entra Cliccami Entra Cliccami Entra Cliccami
  La Preghiera
Per i papà
Per le mamme





Home Page . Torna su OMELIA Domenicale