Articoli Religiosi, Paramenti Sacri, Libri e Gadget Religiosi

Il Santo del Calendario:
Omelia Domenicale e Festiva a cura
di Don Michele Cuttano



CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San Damiano in Argento

Braccialetto Rosario in Argento e Cristalli Swarovski con Croce e Medaglia Miracolosa
Braccialetto Rosario in Argento



Abbastanza grande per esser indossato come collana rosario
Rosario originale di Betlemme



Domenica 1 Dicembre 2013 1° Domenica di Avvento anno C -

LETTURE: Is 2,1-5; Sal 121; Rm 13,11-14; Mt 24,37-44

LE ALLETTANTI PROMESSE




Diciamoci la verità, non ci attendiamo nulla di buono.
Sì, le stime del 2014 parlano di una leggera crescita economica, ma sinceramente voi ci credete?
Sono più di dieci anni che abbiamo questo appuntamento domenicale (sta arrivando il momento di mettermi da parte). Ricordo che nei primi anni eravamo tutti proiettati in sogni di cambiamento economico in meglio, si parlava addirittura di ridurre la povertà nel mondo…
Attraverso i mezzi di comunicazione, moderne sirene ammaliatrici, ci siamo illusi, con grande nostra accondiscendenza, nel seguire modelli di vita che ci avrebbero fatti diventare tutti ricchi imprenditori. Quanti sogni infranti, la povertà è arrivata anche in casa nostra e non solo una povertà economica ma anche e soprattutto morale! Bè, almeno noi cristiani, bando ai sogni e alle false promesse e affrontiamo la realtà smettendo di pensare e ridurre la nostra vita ad un “gratta e vinci”. Rimbocchiamoci le maniche e iniziamo a lavorare seriamente, cominciando da noi stessi e dall’interno della Chiesa.
Quello che oggi ogni essere umano possiede è il tempo presente.
Il Vangelo ci chiede di intendere bene il vissuto quotidiano, quello che ci accade e che accade intorno a noi.“Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca, e non si accorsero di nulla…”
Tante volte ho ripetuto questa frase al mio prossimo a mò di rimprovero riguardo ad una situazione degenerata ed irrecuperabile: “Scusami, ma tu non ti sei accorto di nulla…?”
Tante volte nella mia vita mi sono ripetuto questa amara frase che sa tanto di sconfitta senza scusanti. Anche in questi giorni, a volte con un senso di smarrimento interiore, me lo sto ripetendo.
C’è nel nostro vivere quotidiano una nebbia fitta che scende, che ci porta a convincerci che il vivere si racchiudi solo nel soddisfare la nostra parte fisica: il mangiare, il bere, il godere fisico. E ci siamo, di conseguenza, anche scelti dei governanti che la pensano proprio così. I risultati di queste scelte sono sotto gli occhi di tutti, come è sotto gli occhi di tutti lo scaricarsi le responsabilità gli uni verso gli altri per come siamo andati a finire.
“…finché venne il diluvio…”
Arriva sempre il tempo in cui un qualcosa stravolge tutto quanto non è stato costruito su solide basi.
Il Vangelo di questa prima Domenica di Avvento viene a portarci una luce di Verità, che non nasconde un burrone di vita vuota dove ci sfracelliamo. Quante volte ho ritrovato la mia esistenza deturpata, sfregiata dal mio vivere apparentemente corretto, perché così fan tutti, ma insulso davanti a Dio, senza la pienezza dell’attesa della vita. Sai, di fronte al diluvio le cose cambiano…
“Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l'altro lasciato. 
Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l'altra lasciata.” 
Diciamoci la verità, ora sembra tutto uguale, se fai il bene o fai il male, sembra che non cambi nulla. Due uomini e due donne che fanno le stesse identiche attività terrene.
C’è un discreto e impercettibile vivere l’oggi costruito sulla Parola di Dio che fa la differenza.
C’è una differenza del vivere che consiste non tanto nel “cosa facciamo” ma “come lo facciamo”.
Sai, ci puoi fare caso se ti fermi un attimo e guardi per davvero; ascolti per davvero; odori per davvero; tocchi per davvero; gusti per davvero la vita!
Non dipende se sei in un letto malato, se sei su una grossa cilindrata; se mangi una scatoletta di tonno solitaria o sei in buona compagnia a girare da intenditore un calice di vino;
se sei un’acrobata per arrivare a fine mese…
C’è un vivere il nostro presente che ci dona una identità o ci toglie una identità;
L’identità vera di figli di Dio e fratelli del prossimo.
Io insieme con te e con tutta l’umanità siamo in attesa, come i due uomini e le due donne del Vangelo. In attesa della vita o in attesa della morte. E credimi, non sarà un finale a sorpresa; è già oggi sotto i nostri occhi e nelle nostre mani. “Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà…”
Questo versetto del Vangelo non è gravido di dubbi; ci dona la certezza che il Signore viene.
Cosa sto facendo oggi della mia vita? Il tempo di Avvento è il tempo di entrare nella propria anima e capire chi stai aspettando veramente con il tuo modo di vivere.
Se vivi come il padrone della tua vita, del tuo lavoro, dei tuoi affetti…
La morte verrà e ti toglierà tutto. No, non sono le parole di un predicatore quaresimale frustrato e di umore nero… Tu lo sai, lo sanno tutti che questa è la verità di ogni uomo.
Me lo devo chiedere seriamente se attendo Cristo.
In famiglia attendo Cristo nella fedeltà coniugale?
Sul posto di lavoro attendo Cristo nell’onestà o rubo e gozzoviglio intere giornate?
Nel rapporto con il denaro attendo Cristo o mi sono fatto suo schiavo e fedele servitore divenendo aguzzino del mio fratello più debole?
Nel mio ministero sono fedele a Dio o costruisco una immagine pubblica e fatua di me e della mia vocazione per approfittare dei privilegi di essere un “don”?
Strappiamoci di dosso ogni privilegio, come la regina Ester di biblica memoria, prendiamo coscienza che per un cristiano e ancor più per un consacrato questi privilegi sono come un panno immondo, puzzano di morte!
Ancora una volta il Vangelo ci viene a donare il tempo della scelta: Oggi, sinceramente, per chi sei pronto? Sappi che in Cristo c’è la vita.

servo inutile.





Torna Indietro Pagina Indice Omelie





Turibolo Navicella e Porta Turibolo Artigianato Italiano




Foderina Per la Bibbia di Gerusalemme in Vera Pelle disponibile in 4 colori




Vestine e Candele Rito Battesimo




Patene Dorate e Incise Prodotto finemente lavorato da artigiani italiani




Home Page