Articoli Religiosi, Paramenti Sacri, Libri e Gadget Religiosi

Il Santo del Calendario:
Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Michele Cuttano

Tuo figlio/a
ti pone delle domande? Se lo desideri don Michele è sempre a tua disposizione
con la sua e-mail.







Domenica 9 febbraio 2014 V domenica Tempo Ordinario - Anno A


Letture: Isaia 58, 7-10; Salmo 111; 1 Corinzi 2, 1-5; Matteo 5, 13-16

IL MIO CANTO LIBERO…SEI TU GESU’!



Ci sono a volte oggetti, cose, che tutti i giorni della nostra vita incontriamo, tocchiamo, osserviamo, gustiamo-
A questi elementi ci siamo abituati, quasi non notandone la loro presenza e funzione…
Come se tutto fosse naturalmente scontato, perché così è in realtà.
E’ scontato ma questo non vuol dire che non sia prezioso…
“… ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato?”
Avete mai pensato al sale non salato?
Cosa di poco conto secondo voi ragazzi?
E allora provate ad assaggiare una bella Lasagna al forno senza sale e poi ditemi se è lo stesso…
Avete mai pensato ad una luce che non illumini?
E allora provate a leggere un bel libro in una stanza al buio e poi ditemi se è lo stesso…
E’ importante che il sale sali e la luce illumini!
Trattato di cucina o di fisica questa settimana nel Vangelo?
No, il Vangelo ci spiega semplicemente quello che siamo o non siamo,
cioè ci fa capire con estrema chiarezza cosa fanno i cristiani nel mondo.
Già, non ce lo siamo mai chiesto:
I cristiani nel mondo a che servono?
A sentirsi migliori degli altri uomini che non sono cristiani?
Ad andare agli incontri di catechesi?
Pensare che esser cristiani significhi questo vuol dire che non abbiamo capito proprio nulla di quello che Gesù ha detto e fatto!
E’ il Vangelo che ce lo dice:
“Voi siete il sale della terra; ma se il sale perde il sapore, con che cosa lo si renderà salato? A null’altro serve che ad essere gettato via e calpestato dalla gente”
Il sale per dare sapore deve sciogliersi, deve consumarsi per cambiare tutta la pietanza in cui viene messo.
Così è per il cristiano,
il cristiano per portare Cristo al mondo si dona al mondo.
“Voi siete la luce del mondo; non può restare nascosta una città che sta sopra un monte, né si accende una lampada per metterla sotto il moggio, ma sul candelabro, e così fa luce a tutti quelli che sono nella casa”
Così è per il cristiano, per portare la Luce di Cristo al mondo viene visto, osservato da tutto il mondo.
Ma concretamente come possiamo noi diventare sale e luce?
Già, è sempre il Vangelo viene ad aiutarci…
“Così risplenda la vostra luce davanti agli uomini, perché vedano le vostre opere buone e rendano gloria al Padre vostro che è nei cieli”
C’è un mondo che osserva il cristiano e le opere che fa.
Un mondo che non si accontenta di chiacchiere,
anzi,
è un mondo che produce continuamente chiacchiere, bugie,
che non servono a niente,
se non a rendere ridicoli chi le produce.
Per il cristiano le parole corrispondono ai fatti,
alle azioni concrete.
Non basta e non serve a nulla dire “Sono un cristiano”,
se poi nella nostra vita compiamo le opere del diavolo.
Ogni cristiano, che sia un sacerdote, un papà, una mamma, uno studente, un professore, un politico…
è cristiano perché compie le opere della Luce!
Il Vangelo è chiaro, luminoso, salato…
Non si possono servire due padroni…
Non si può essere di Cristo e vivere nel peccato.
E sì, cari ragazzi, abbiamo una grande e meravigliosa responsabilità.
Possiamo salvare il mondo, illuminando gli uomini che commettono il male.
Se noi viviamo Cristo facendo le opere buone le persone che sono intorno a noi vedono la Luce di Cristo!
Se noi ci diciamo cristiani ma non viviamo nel nostro corpo Gesù siamo di scandalo per il mondo,
allontaniamo le persone intorno a noi da Dio!
Sapete, il vero cristiano cambia il mondo.
Anche pochi cristiani possono cambiare il mondo!
Come?
Ma semplicemente amando come Gesù!

semplicemente un servo inutile





Torna Indietro





Assortimento e scelta di Servizi per Acqua e Vino Santa Messa





Set - SERVIZIO SANTA MESSA




Teche Porta Ostie







Home Page