Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 13 Gennaio 2013 - Battesimo del Signore – Anno C

Letture: Isaia 40,1-5.9-11; Salmo 103; Tito 2,11-14;3,4-7; Luca 3,15-16.21-22

CHIUDO GLI OCCHI E PENSO A…ME!





Questa settimana il Vangelo ci parla del Battesimo di Gesù.
Ve lo devo dire, parla anche del nostro Battesimo.
E’ il primo Sacramento che riceviamo, che ci dona la Vita Eterna, che ci mette nella Luce.
Facciamo un esperimento!
Ingredienti:
Una stanza;
una tapparella chiusa;
una torcia a pila;
un paio di amici o familiari;
scusate, dimenticavo, un po’ di buona volontà…
Bene, sedetevi nella stanza, voi e i vostri amici e…
abbassate la tapparella;
spegnete tutte le luci e …
qualche minuto di silenzio.
Che cosa sentite?
Certamente i rumori della strada,
qualche rumore proveniente dalle case dei vicini;
qualche rumorino proveniente dai vostri pancini;
magari il soffio del vostro respiro.
Altra domanda:
Cosa vedete?
Domanda sciocchina direte, vero?
E’ chiaro che al buio non si vede altro che buio!
Scusate e dove sono finiti tutti gli oggetti della stanza?
Non ci sono più?
Scusate e dove sono finiti i quadri della stanza?
Non ci sono più?
Scusate e dove sono finiti i volti dei vostri amici?
Non ci sono più?
Scusate e dove sono finiti i vostri piedi?
Non ci sono più?
Scusate e le vostre mani…?
Non esiste più niente?
Se manca la luce noi non vediamo più niente, non riusciamo a vedere neppure noi stessi.
Il buio che ci impedisce di vedere il mondo che ci circonda, gli amici, noi stessi, è il peccato.
Sì, il peccato ci impedisce di vedere i bisogni del mondo che ci circonda, le richieste delle persone che ci sono accanto.
Sì, cosa assurda, il peccato ci impedisce di vedere anche noi stessi!
Ritorniamo alla stanza buia, al nostro esperimento…
Proviamo ad accendere la torcia.
Quel click della torcia che si accende sarà per noi un momento importante.
All’improvviso appariranno i volti dei nostri amici, i nostri piedi, le nostre mani…
Tutto intorno a noi riprenderà ad avere colore, vita!
Con la luce possiamo ritornare a camminare senza aver paura di inciampare o di prendere in pieno il muro…
Prima abbiamo detto che le tenebre sono il nostro peccato che ci impedisce di vedere tutto.
Vi faccio un esempio concreto.
Se uno è avaro, attaccato al denaro, e vede un povero lo sapete che fa?
Cambia strada, lo evita, non vuole vederlo.
Il peccato di avarizia lo rende cieco al punto di non vedere nel prossimo suo fratello…
Proprio al buio, vi pare?
Sì, però abbiamo detto prima che una torcia è riuscita a illuminare la stanza che prima era al buio.
Bene, rechiamoci a qualche ipermercato a comprare una bella torcia, una potente che faccia una bella luce!
Ragazzi, nessuna torcia da acquistare, se state a questo livello le feste vi hanno fatto un brutto effetto!
La Luce per noi, quella torcia che ci illumina, è il nostro Battesimo.
Vuoi capire se sei nella Luce di Gesù o sei al buio con i peccati?
Comincia a guardare le cose che fai tutti i giorni.
Come ti comporti con i tuoi genitori?
Come ti comporti con i tuoi fratelli?
Come ti comporti con i tuoi amici?
Come ti comporti con….
Se le tue azioni vengono dalla Luce non sono fatte di nascosto come le azioni cattive…!
Il Vangelo di questa Domenica ci parla proprio della Luce che abbiamo ricevuto il giorno del nostro Battesimo.
E’ una Luce che si può accogliere ma che si può anche rifiutare.
Se nella stanza al buio di prima, dopo aver acceso la torcia, tu decidi di chiudere gli occhi rimarrai al buio, anche se c’è la Luce.
Anche se hai ricevuto il Sacramento del Battesimo ma continui a restare nel peccato non serve a niente!
Se le tue azioni vengono dalla Luce ti danno gioia.
Uè, la gioia la provi tutte le volte che ami il prossimo, tutte le volte che la persona che ti sta accanto è tuo fratello anche se non lo hai mai visto in vita tua.
Lo sai perché?
Perché la Luce di Gesù ti fa riconoscere il suo volto, come se tu fossi nato sotto lo stesso tetto;
un tetto di nome Cielo.
Come se tu prendessi il cibo dalla stessa dispensa;
una dispensa di nome terra.
Come se tu avessi un solo Papà:
Dio, il Padre di tutta l’umanità.
Il mio Papà, il tuo Papà, il Papà dell’africano, dell’iracheno, dell’americano, del cubano, del russo, del carcerato, dell’ammalato, dell’amico antipatico…
Il Papà Nostro…

Un servo inutile










Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page