Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

La Prova del Fuoco Per i Matrimoni

Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni



Domenica 12 Maggio 2013 Ascensione anno C

LETTURE: At 1,1-11; Sal 46; Eb 9,24-28; 10,19-23; Lc 24,46-53

LA VITA E’ ADESSO, STRADA FACENDO CON GESU’…




Non so se ci avete fatto caso che, da Pasqua, in Chiesa durante la messa si accende il cero.
No, non serviva per fare un po’ di luce in Chiesa…
Ha un significato profondo e molto importante.
Secondo voi il cero pasquale è simbolo di Chi?
Cristo, Luce del mondo.
Cristo che dona Se stesso a tutti noi, che come il cero si consuma per fare luce.
Da questa Domenica, dato che inizia a fare caldo, non si mette più il cero acceso in Chiesa,
vero?
No, non è questione di temperatura.
La festa dell’Ascensione!
Io spero che ricordiate i Vangeli che ci hanno accompagnato in queste domeniche dopo Pasqua.
Ci riportavano degli episodi in cui Gesù si intratteneva con i suoi discepoli ad ammaestrarli;
Cristo Risorto era presente fisicamente, chiedeva di mangiare con loro, si mostrava faccia a faccia.
La festa di questa Domenica ci dice che Gesù ascende al cielo.
Potremmo quindi pensare che Cristo lascia i suoi amici discepoli per salire al Padre.
Vediamo di capire bene, perché, come si sono messe le cose, c’è da preoccuparsi…
“Così sta scritto: il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo gior¬no, e nel suo nome saranno predicati a tutti i popoli la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme. Di questo voi siete testimoni”.
Gesù da un compito ai suoi amici!
La testimonianza della sua resurrezione.
Avete mai visto un testimone?
Qual’è il compito di un testimone?
Bè, in un tribunale il testimone è quello che racconta preciso preciso quello che ha visto…
Allora il compito degli amici di Gesù è quello di raccontare un fatto che hanno visto?
Anche ma, molto di più…
Essere discepoli di Gesù significa camminare come Lui ha camminato, continuare a dire e a fare quello che Gesù ha detto e fatto.
Non solo parole quindi, ma fatti!
Dobbiamo a questo punto riconoscere che è difficile, troppo difficile;
da soli non possiamo dire e fare come Gesù.
“E io manderò su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto.”
No, decisamente non siamo soli!
Cristo ci manda lo Spirito Santo che ci trasforma e ci permette di dire e fare quello che Lui ha detto e ha fatto.
Capite bene allora che diventiamo testimoni grazie a questa presenza che Dio ci ha promesso.
Dio è sempre presente in ogni cristiano.
E allora i nostri passi guidati dallo Spirito Santo divengono i passi di Gesù su questa terra;
e allora il nostro amare guidati dallo Spirito Santo diventa l’amore di Gesù su questa terra;
e allora il nostro donarci al prossimo guidati dallo Spirito Santo diventa il donarsi di Gesù su questa terra…
E allora diventiamo illuminati dallo Spirito Santo; siamo noi quei ceri pasquali nella Chiesa e nel mondo.
Sì, il cristiano diventa luce di Gesù in ogni posto dove si trova.
I discepoli sperimentano che Cristo è con loro non solo quando lo vedono faccia a faccia.
Gesù è presente con i discepoli e nei discepoli grazie allo Spirito Santo che abita in loro.
E così anche per noi.
Sì, noi diventiamo come tanti ceri pasquali che illuminano le tenebre del mondo.
Cristo abita in noi sempre.
Cristo è in noi quando ascoltiamo la Sua Parola;
Cristo è in noi quando ci cibiamo dell’Eucarestia;
Cristo è in noi quando lasciamo che lo Spirito Santo agisca…
Quando amiamo il nostro prossimo;
quando perdoniamo;
quando facciamo la pace;
quando sorridiamo e stringiamo la mano a chi ci ha offeso.
“Ed essi si prostrarono davanti a lui; poi tornarono a Gerusalemme con grande gioia”.
Sapete, il cristiano ha un segno che lo contraddistingue, sempre:
la grande gioia!


Semplicemente un servo inutile








Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page