Articoli Religiosi, Paramenti Sacri, Libri e Gadget Religiosi

Il Santo del Calendario:
Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Michele Cuttano

Tuo figlio/a
ti pone delle domande? Se lo desideri don Michele è sempre a tua disposizione
con la sua e-mail.







Domenica 8 Dicembre 2013 II Domenica di Avvento anno A


Immacolata Concezione

Letture: Gènesi 3, 9-15.20; Salmo 97; Efesini 1, 3-6. 11-12; Luca 1, 26-38

DEVI DIRMI DI SI’…



Avete mai ricevuto una proposta importante?
Una di quelle proposte che cambiano tutti i vostri piani, i vostri progetti,
non un invito banale per una serata differente, ma un qualcosa che cambi totalmente il corso della vostra vita.
Probabilmente non vi è mai capitato.
E se vi accadesse un giorno, come reagireste?
Certamente mi rispondereste tutti un bel “dipende, dipende dal tipo di proposta e da chi ci fa poi questa proposta”.
Risposta decisamente corretta, questi sono dei criteri buoni per valutare gli inviti che riceviamo tutti i giorni. Capire se colui che ci invita è una persona affidabile e se il contenuto della proposta è buono, cioè porti a noi dei vantaggi veri o degli svantaggi.
Il Vangelo di questa Domenica di Avvento, che coincide con la festa della Immacolata Concezione, ci descrive proprio una situazione del genere…
In quel tempo, l’angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città della Galilea, chiamata Nàzaret, a una vergine, promessa sposa di un uomo della casa di Davide, di nome Giuseppe. La vergine si chiamava Maria. Entrando da lei, disse: «Rallègrati, piena di grazia: il Signore è con te».
Certamente la Vergine Maria aveva dei suoi progetti di vita, ce lo dice appunto il Vangelo che era promessa sposa di Giuseppe. In quel tempo il matrimonio era una cosa seria e ambita, per inciso lo è anche per noi cristiani oggi…
Ma Dio, per mezzo dell’Arcangelo Gabriele, bussa alla porta di Maria proponendo una storia di vita totalmente differente da quella a cui Lei stava preparandosi:
L’angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell’Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine
Maria non sarebbe più stata la mamma dei figli del matrimonio con Giuseppe, ma sarebbe stata la Mamma di Gesù, il Figlio di Dio!
Riconosciamo che non è decisamente un cambiamento da poco…
A questo punto voi cosa avreste fatto?
Quali sarebbero state le nostre risposte?
“Ma no, guarda, ho già preso un altro impegno serio, preparato tante cose, avvisata già tanta gente
e poi nella mia vita questo è stato sempre il mio desiderio…”
“Ora no, magari un altro giorno, se non si realizzano certi miei progetti, allora potrei pure dire di “Sì!”
Ed invece Maria accetta, mette da parte tutti i suoi pur buoni e sereni progetti di vita:
“Allora Maria disse: «Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola”
Maria si fida di Dio, anche se la proposta di Dio era troppo grande, una proposta mai fatta a nessuno al mondo, una proposta che avrebbe cambiato totalmente i suoi giorni, Maria accetta.
Da dove viene tanto coraggio?
Maria ha il coraggio di guardare verso Dio,
Maria ha la certezza che Dio le vuole bene e che ogni suo progetto per Lei è per la vita .
Il “sì” di Maria ha cambiato la storia dell’umanità, questa donna di un piccolo villaggio sperduto ha permesso a tutti noi di incontrare Cristo!
Sì, una piccola donna ha portato la più grande rivoluzione d’amore per l’umanità di ogni tempo!
Attraverso questo sì il mondo ha conosciuto il vero amore, l’amore della donazione vera, solo per amore!
E noi oggi?
Siamo semplici spettatori di questa meravigliosa storia?
No, cari ragazzi, c’è un “sì” a Dio che anche noi dobbiamo pronunciare, un sì che ci cambia la vita, che non ci fa guardare più solo a noi stessi, ai nostri bisogni.
Ogni giorno Dio vuole far nascere Gesù in noi, nella nostra vita, nelle nostre azioni quotidiane, nei nostri rapporti familiari, con i nostri amici.
Il nostro accettare Cristo cambia la nostra vita e anche quella di tutte le persone che incontriamo.
Il nostro sì a Gesù cambia anche il mondo.
Non ci avevate mai pensato ma tutte le volte che un cristiano fa la Volontà di Dio cambia tutto il mondo, in meglio, porta un amore che salva tutti, che porta la pace.
Fateci caso, leggete bene il Vangelo, quando l’Arcangelo si presenta a Maria le dice “Rallegrati…il Signore è con te”
e più avanti “Non temere…”
Accogliere Dio nella vita porta gioia vera, e allontana ogni paura nella vita.
Ma voi capite, essere nella gioia e non aver più paura…
diciamoci la verità, questa sì che è vita!
Oggi festeggiamo la Madonna nata senza nessun peccato e scelta da Dio,
ma festeggiare per davvero Maria significa fare…
Come Maria!

servo inutile






Torna Indietro





Assortimento e scelta di Servizi per Acqua e Vino Santa Messa





Set - SERVIZIO SANTA MESSA




Teche Porta Ostie







Home Page