Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

La Prova del Fuoco Per i Matrimoni

Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 3 Marzo 2013 III Domenica di Quaresima anno C

LETTURE: Es 3,1-8a.13-15; Sal 102; 1 Cor 10,1-6.10-12; Lc 13,1-9

E ME LO CHIAMI AMORE…


Io sono certo che molti di voi abbiano visto dei frutti su un albero…
che spettacolo di colori, a volte anche di profumi.
Se non avete mai fatto questa esperienza meravigliosa vi invito a chiedere a mamma e papà di portarvi in campagna magari fra qualche settimana.
Sempre ammesso che non incontriate il fico del Vangelo di questa Domenica…
Un fico che non porta frutti!
“Un tale aveva piantato un albero di fichi nella sua vigna e venne a cercarvi frutti, ma non ne trovò”.
Me lo dite a che serve un albero da frutto che non porta frutti?
Dobbiamo fare un piccolo sforzo:
Immaginare per un attimo che quell’albero da frutto siamo noi….
Se siamo noi quell’albero da frutto, quel “Tale” che passa a cercare frutti chi potrebbe essere?
E’ Dio che passa nella vita di ogni uomo e cerca dei frutti.
Prima che passi, vogliamo provare a dare noi una controllatina ai nostri rami;
Tanto per non trovarci a mani vuote quando Lui passerà!
Mica avete capito che dobbiamo fare una corsa al mercato e comprare fichi…
No, non sono quelli i frutti che Dio si aspetta da noi.
Ci sono dei frutti che anche noi possiamo portare, tutti i giorni della nostra vita.
Il bello è che non bisogna aspettare di essere adulti per portare frutti:
Sì, anche voi ragazzi potete portare dei frutti che Dio si aspetta.
E devono essere belli dolci…
Già, cerchiamo di capire quali possono essere questi frutti dolci.
Io lo so che voi avete già capito.
I frutti di cui parla il Vangelo sono delle azioni concrete.
Ma, attenzione, non delle azioni straordinarie, da film o da video games.
Dio non ci chiede di diventare dei super eroi in questo mondo.
Il fico è sterile, è vuoto, è inutile perché non ha i suoi frutti sui rami.
Il padrone della vigna mica voleva delle mele da un albero di fichi…
Il padrone della vigna mica voleva dei cocomeri da un albero di fichi…
Dio da noi si aspetta che, tutti i giorni, ci comportiamo da cristiani.
Dio vuole che noi facciamo agire nella nostra vita lo Spirito Santo che abbiamo ricevuto il giorno del nostro Battesimo.
E’ vero, questo in noi è qualcosa di normale ma allo stesso tempo straordinario.
Dio è amore.
I cristiani, quindi tutti noi, portano l’amore, il rispetto verso il prossimo, lo stare accanto a chi è nella difficoltà.
Vi faccio un esempio.
Spesso in televisione ci capita di sentire delle notizie di brutti episodi nelle scuole.
Anche voi frequentate la scuola.
Bene, a scuola il cristiano ha un compito importante:
Portare il rispetto verso il prossimo, chiunque sia;
anche verso quell’amico che spesso viene preso in giro da tutti.
Il vero cristiano non umilia mai nessuno, anzi si mette dalla parte di chi viene umiliato…
Anche in classe voi potete portare dei frutti dolci.
Il rispetto e l’ascolto verso tutti, mai l’uso della violenza, neppure con le parole.
Bene, cominciate a pensare a tutte quelle situazioni quotidiane dove Dio si aspetta frutti da voi.
E così anche in famiglia…
E così anche nei momenti di tempo libero con gli amici…
C’è sempre un frutto da donare a Dio:
Il frutto più importante è l’Amore.
Questa Domenica il Vangelo ci insegna una cosa fondamentale:
E’ importante non commettere peccato;
ma è anche importante fare delle azioni buone.
Le giornate di vita che Dio ci concede dobbiamo viverle come dei doni preziosi, da far fruttare.
Ci sono delle stagioni per gli alberi in cui portano frutto.
Anche per noi ci sono i giorni della nostra vita in cui portiamo dei frutti.
Quali sono questi giorni?
Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica…
E in quali mesi dell’anno?
Risposta semplice:
Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre e Dicembre.
Forse avrei fatto prima a dire che:
Per noi è sempre tempo d’Amare come Gesù.
Sapete che c’è?
C’è che noi siamo gli unici alberi che portano frutti in tutte le stagioni.
Ogni età’, ogni stagione della nostra vita è quella dei frutti!

semplicemente un servo inutile in Cristo







Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page