Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanit"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mos
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Ges
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 27 Maggio 2012 Pentecoste anno B

LETTURE: At 2,1-11; Sal 103; Gal 5,16-25; Gv 15, 26-27; 16, 12-15

FOREVER YOUNG



Questa Domenica dovremmo fare gli auguri a qualcuno…
Qualche onomastico…?
No, mai sentito nessuno con il nome “Pentecostino”
Anniversario di matrimonio…?
Non siamo lontani…;
Compleanno?
S, compleanno!
Domenica il compleanno del parroco o del catechista o del Papa?
Pi importante…, ancora di pi!
Pi importante addirittura del Papa?
S!
Domenica noi festeggiamo la nascita della Chiesa per opera di un “Consolatore”mandato da Ges .
Vediamo subito di capirci qualcosa…
Iniziamo dall’inizio…
Pentecoste significa “cinquantesimo giorno”
Cinquantesimo giorno da Pasqua.
Cinquanta giorni dopo Pasqua avvenuto un fatto straordinario.
I discepoli di Ges erano riuniti nel Cenacolo, insieme con Maria.
B, non erano molto allegri…
Ges era stato messo in croce come un delinquente;
Ges era morto.
Per c’era stata una notizia sconvolgente: era Risorto!
Era apparso pi volte ai discepoli ma poi all’improvviso era salito al cielo.
“Quando verr il Consolatore che io vi mander dal Padre… “
Ges salito al cielo ma non ci ha dimenticati, anzi!
Ci manda un Consolatore.
Gli apostoli, lo abbiamo detto prima, vivevano nascosti, impauriti.
Ges li aveva mandati per il mondo ad annunziare il Vangelo ma loro non sapevano in realt cosa significava, come si faceva concretamente.
Ma ecco all’improvviso irrompe lo Spirito Santo nella vita di questi uomini comuni.
La promessa di Ges si realizza: “Quando verr il Consolatore che io vi mander dal Padre… “
Questi uomini da paurosi che erano si trasformano in testimoni coraggiosi.
Lo Spirito Santo, che li ha riempiti, li porta ad uscire fuori dal luogo dove si erano rifugiati e ad incontrare persone molto diverse da loro.
Questi uomini umili, non certo professori universitari, si mettono addirittura a parlare lingue straniere per farsi capire da tutti…
Questi uomini tristi si trasformano in uomini portatori di una gioia…
Che ne pensate?
Lo so, pensate che non per voi, che questo Spirito Santo voi non lo avete mai ricevuto, che non per voi andare incontro a persone sconosciute e “portare” il Vangelo.
Magari pensate pure che voi non siete come gli apostoli che si erano “barricati” nel cenacolo per paura…, che siete dei cristiani senza paura…
Ragazzi, sveglia, essere barricati nel cenacolo non significa essere chiusi in un luogo.
A volte noi ci barrichiamo verso il mondo con l’indifferenza, con il farci i “fatti nostri”, con il pensare che noi abbiamo la verit e degli altri non ci importa, gli altri tutti all’inferno…
Emb, non basta andare la Domenica in Chiesa per essere cristiani; bisogna mettersi in cammino.
Lo Spirito Santo lo abbiamo, anche chi non cresimato ha lo Spirito Santo.
Lo abbiamo ricevuto il giorno del nostro Battesimo.
Siamo cristianamente completi, non ci manca niente.
Veramente una cosa ci manca, e non pu farla Dio per noi.
E’ una delle poche cose che Dio non pu anzi, non vuole fare.
Volete indovinare voi?
Volete provarci?
Ve lo dico io:
S.
Dio aspetta il nostro “S”.
Quello spetta a noi, nessuno escluso.
Spetta al Papa, spetta al Vescovo, spetta al Prete, spetta al diacono, spetta al missionario, spetta all’anziano, spetta al giovane, spetta al bambino.
Ognuno di noi chiamato ad accettare “l’avventura” che lo Spirito Santo vuole fare con noi.
Ora c’ una domanda per voi…
Tu quando sei chiamato a pronunciare il tuo “S” a Dio?
La Chiesa nata quando gli apostoli si sono messi in cammino verso il prossimo sconosciuto, la Chiesa ancora oggi viene alla Luce tutte le volte che si mette in cammino verso il fratello…
C’ un racconto curioso per tutti noi “cristiani della domenica”…
C’era una volta un centauro che, come tutti i centauri, era met uomo e met cavallo.
Una sera, mentre passeggiava in mezzo a un prato, ebbe fame.
“Che cosa posso mangiare?”pens. “Un hamburger o un sacco di erba medica? Un sacco di erba medica o un hamburger?”
E non riuscendo a decidersi, rimase senza mangiare.
Giunse la notte, e il centauro pens di dormire.
“Dove potr dormire?” pens. Nella stalla o in un albergo? In un albergo o in una stalla?”
e non riuscendo a decidersi, rimase senza dormire.
Senza mangiare e senza dormire, il centauro si ammal.
“Chi posso chiamare?” pens. “Un medico o un veterinario? Un veterinario o un medico?”
Malato e senza decidere chi chiamare, il centauro mor.
La gente del paese and a vedere il cadavere e prov pena per lui.
“Bisogna seppellirlo” dissero. “Ma dove? Nel cimitero del paese o in campagna? In campagna o nel cimitero………..?”
Lo Spirito Santo aspetta il tuo S, deciditi!

un servo inutile.






Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page