Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II

Seguici su Facebook Cliccami - Richiesta di Amicizia

Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Croce di San Benedetto
Croce di S. Benedetto



Prodotti Naturali
del Monastero
Cistercense
di Valserena


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 26 febbraio 2012, Prima domenica di Quaresima.

LETTURE: Gn 9,8-15; Sal 24; 1 Pt 3,18-22; Mc 1,12-15

PENSIERO STUPENDO (INCONTRARE GESU’ FACENDO SILENZIO DENTRO DI NOI)



Cari ragazzi, inizia un tempo nuovo:
La Quaresima.
Ecco, per dovere di cronaca devo dirvi che cosa significa la parola “quaresima”.
Quaresima significa “quarantesimo giorno”, infatti dal Mercoledì delle Ceneri, primo giorno di Quaresima, alla Pasqua ci sono appunto quaranta giorni.
Bene, abbiamo capito quindi che è un tempo che precede una grande festa, la Pasqua.
In questo periodo i cristiani sono invitati a diventare “curiosi di Dio”.
Vediamo di capirci qualcosa.
Voi sapete dagli adulti che il tempo di Quaresima è un tempo di penitenza, digiuni, facce magari un po’ tristi (ma solo un po’).
Se chiedeste ai vostri genitori perché digiunano, loro risponderebbero, con i volti un po’ preoccupati e seri: “E’ quaresima!”
Magari qualche altro genitore potrebbe rispondere “Non lo so”;
qualche altro, forse più sincero, potrebbe dirvi “Non digiuno…”:
E voi magari pensereste: “E che vuol dire? Ci prepariamo alla Pasqua e dobbiamo digiunare?”
Questi quaranta giorni servono a farci scoprire cosa abbiamo nei nostri cuoricini.
Pensiamo per un attimo ai nostri cuori come ad una casa, bella grande, accogliente, con tante stanze (almeno quattro a sentire i medici).
Come voi ben sapete, forse lo sanno meglio le vostre mamme, questa nostra casa ha bisogno di essere pulita, ordinata, curata.
Avete presente le vostre camerette?
Pensate per un attimo se la mamma per una settimana non venisse ad ordinare il tutto…
Penso che non riuscireste neanche più ad entrarci…, pantaloni appesi ai lampadari, scarpe sui letti, giochi della play per terra, calzini profumati sulla scrivania, cassetti degli armadi tutti aperti, insomma potrebbe sembrare che ci sia stato un terremoto...
Come faremmo ad ospitare in questa casa così combinata Gesù?
Il Vangelo di questa prima Domenica di Quaresima ci invita a guardarci dentro, magari facendo un po’ di silenzio intorno a noi.
Cosa complicata per voi il silenzio, vero?
Però ci dobbiamo provare, anche pochi minuti…
Iniziamo ad incontrarci con Gesù cercando dei brevi minuti di silenzio quando preghiamo.
Ho pronunciato una parola: “preghiamo”.
Iniziamo con la preghiera, proviamo a pregare in un modo nuovo:
Senza essere degli“spider man”.
Prima settimana di Quaresima:
Troviamoci un momento della nostra giornata in cui ci mettiamo in silenzio e dialoghiamo con Dio.
Gesù inizia questi quaranta giorni ritirandosi nel deserto, nel silenzio del deserto.
“In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana”
In quel luogo Lui parla con Dio e grazie a questo dialogo riesce a vincere le tentazioni.
Bene, allora con un pò di calma, spegni 5 minuti la televisione o i tuoi cari videogiochi o il tuo cellulare e ti ritiri anche tu nel silenzio del tuo cuore e parli con Dio, magari chiedendogli di riuscire a non fare più quel peccato particolare che da tempo ti sporca l’anima.
Quale peccato?
E che ne so io, chiedilo a Gesù!
Se ti incontri con Gesù ascolterai anche una parola meravigliosa, che porta in sé la forza dello Spirito Santo, ce la dona il Vangelo…
“Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”
Che partenza interessante e forte questa prima Domenica di Quaresima.
Sai com’è, si parte verso la Pasqua!
Un raccontino che vi aiuta a capire che le grandi cose si fanno a passettini…
“Un giorno il rabbino Nahum arrivò inaspettato alla scuola e trovò gli scolari che giocavano a dama, come era di moda in quel periodo.
Quando lo videro entrare, rimasero confusi e smisero di giocare. Ma egli li salutò amichevolmente e chiese:
- Conoscete le regole del gioco della dama?
E poiché quelli, timorosi, non aprivano bocca, rispose da sé:
- Ve le ricorderò io.
La prima è: non si possono fare due passi alla volta.
La seconda: si deve soltanto andare avanti, senza possibilità di tornare indietro.
E la terza: quando si è in cima, si può andare dove si vuole e si raddoppia la capacità di gioco.
Sai, per questa prima settimana di Quaresima, lo facciamo un primo passettino in avanti?

servo inutile





Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page