Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 23 settembre 2012, 25ª domenica del Tempo ordinario Anno B.

- Letture: Sapienza 2,12.17-20; Salmo 53, Giacomo 3,16-4,3, Marco 9,30-37

UNA VITA DA MEDIANO A GIOCARE GENEROSI, LI’, SEMPRE LI’ CON IL PROSSIMO (anni di fatica e botte e vinci casomai i mondiali…)



C’è da fare una passeggiata con Gesù…
Partiamo subito.
Gesù, con i suoi discepoli, è in cammino (come sempre).
Penso che vi sarà sicuramente capitato di fare un viaggio con una persona cara.
Durante il tragitto si fanno tante chiacchiere e, insieme a qualche discorso leggero, si parla anche di cose serie.
Anche Gesù fa così con i suoi discepoli.
Gesù parla con molta franchezza della sua missione, di quello che gli sarebbe accaduto.
“Il Figlio dell'uomo viene consegnato nelle mani degli uomini e lo uccideranno; ma, una volta ucciso, dopo tre giorni risorgerà”.
Notizia importante, da commentare, che ne pensate?
I discepoli, fra loro, per strada, effettivamente si mettono a parlare di una cosa che tenevano molto a cuore.
No, non si mettono a parlare di Gesù.
“Di che cosa stavate discutendo lungo la via?”
Gesù conosceva bene l’argomento trattato dai suoi discepoli per strada, magari li aveva pure visti discutere animatamente fra loro, farsi rossi in volto, arrabbiarsi…
“Ed essi tacevano. Per la strada infatti avevano discusso tra loro chi fosse il più grande "
Beccati, sgamati, come si dice, colti in fallo.
Chissà che pensieri saranno passati nel cuore di Gesù…
“Che capatosta di discepoli mi sono scelto…, tali e quali a quelli che scelse Papà mio in Egitto per liberarli dal faraone…”.
Gesù usa sempre tanta pazienza (chi ama veramente Dio ha sempre tanta carità e pazienza):
Decide di sedersi con calma e aiutarli a capire bene.
“Se uno vuole essere il primo, sia l'ultimo di tutti e il servitore di tutt»”.
Che “taccarata” (traducendo significa che correzione)
I discepoli la pensavano in maniera del tutto contraria.
“E noi come la pensiamo?”
Rispondo io per voi?
Noi la pensiamo tale e quale ai discepoli!
Anche noi amiamo i primi posti, essere serviti, essere onorati, comandare sugli altri, decidere noi su tutto, fare la parte del personaggio importante…
E Gesù invece viene a dirci:
“E, preso un bambino, lo pose in mezzo a loro e, abbracciandolo, disse loro: «Chi accoglie uno solo di questi bambini nel mio nome, accoglie me; e chi accoglie me, non accoglie me, ma colui che mi ha mandato.”
Queste parole ci fanno capire almeno un centinaio di cose…, cercherò di spiegarne due o tre (per questa volta).
La prima è che Gesù sta sempre dalla parte dei più deboli, degli ultimi.
Già oggi nella nostra società i bambini, in quanto indifesi, qualche volta vengono trattati male (diciamo così);
al tempo di Gesù esser bambini significava essere veramente piccoli, senza nessuna difesa.
Gesù si schiera sempre con i più deboli.
Questo insegnamento di Gesù vale anche per voi cari ragazzi.
Ad esempio, quando scegliete gli amici del cuore usate il sistema di Gesù(scegliendo il più debole, il più solo) o quello degli apostoli(scegliendo il più forte, quello che piace a tutti )?
Un’altra cosa che mi colpisce ci riguarda da vicino, molto vicino:
Una mamma e un papà che accolgono un nuovo bambino accolgono Gesù!
Questo purtroppo nel mondo in cui viviamo lo abbiamo dimenticato.
Nelle famiglie dei nostri tempi si accoglie poco Gesù accogliendo i bambini.
Bè, sarebbe bello se voi ragazzi andaste dai vostri genitori e gli diceste: “Mamma, papà, siete stati bravi ad accogliere Gesù facendomi venire al mondo”.
Penso che ai vostri genitori sentire queste parole farebbe tanto bene, magari li incoraggerebbe ad accogliere Gesù ancora qualche altra volta…!
Ancora un’altra riflessione.
Questa vale per i governanti che si professano cristiani.
Nel fare Leggi non dimentichino che chi accoglie un bambino accoglie Gesù, per cui la società deve incoraggiare le famiglie ad accogliere Gesù.
Un ultimo insegnamento.
La Parola del Vangelo va bene per tutto il mondo, anzi per tutto l’universo, per ogni religione.
“Se uno vuol essere il primo, sia l’ultimo di tutti e il servo di tutti”.
Che botta, vero?
Se ami Dio e a Lui vuoi piacere ti devi mettere al servizio del prossimo, anche di quello che la pensa in maniera totalmente diversa da te.
Sei cristiano e hai a che fare con un fratello eschimese?
Servilo in Cristo.
Sei cristiano e hai a che fare con un fratello mussulmano?
Servilo in Cristo.
Sei un cristiano e hai a che fare con un fratello marziano?
Servilo in Cristo.
Sei un cristiano e hai a che fare con un fratello carcerato?
Servilo in Cristo.
Sapete, mi chiedo a volte come sarebbe bello se nel mondo tutti gli uomini facessero a “gara” nel servirsi, se questo avvenisse anche fra le nazioni, fra i popoli.
Diciamoci la verità: Gesù è proprio troppo forte.
Vi lascio con un raccontino un po’ birichino:
Un giorno un diavolo apparve a un santo intento a pregare nel deserto.
Era molto arrabbiato. Aveva perfino una frusta. Gli disse: - Tutto quello che fai tu lo posso fare anch'io. Tu digiuni e io non mangio mai; tu sei spirituale, io sono puro spirito; tu fai miracoli, anch'io...
Allora il santo chiese al diavolo: - Perché dunque tu non sei felice come me?
- Perché tu puoi fare una cosa - rispose il tentatore - che io non posso fare!
- Replicò il santo:Qual è?
- Umiliarmi, servire gli altri! - rispose rosso di rabbia.
Gioventù, chi segue Dio per davvero si fa servo umile per il prossimo.
Semplicemente un servo inutile in Cristo




Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page