Vedi l'Offerta del Mese
Le Migliori Offerte Sconto Entra e Vedi.......!!!

"La famiglia, dono e impegno, speranza dell'umanità"
La Famiglia nel Sentimento e nelle Parole di Giovanni P. II


Narrare la fede ai figli
Essere Genitori a cura di Don Michele Cuttano



E-Mail
Don Michele Cuttano


CROCE DI SAN DAMIANO IN ARGENTO
Crocefisso di San
Damiano in Argento



18 DVD

- Abramo
-
Giacobbe
-
Mosè
-
Giuseppe
-
Sansone e Dalila
-
Genesi
-
Salomone
-
Davide
-
Geremia
-
Gesù
-
Ester
-
San Paolo
-
San Pietro
-
Giuseppe di Nazareth
-
Tommaso
-
Maria Maddalena
-
Giuda
-
San Giovanni


Spedizione del Singolo Libro con la Velocissima Posta Prioritaria

Domenica 10 giugno 2012, SS. Corpo e Sangue di Cristo.

Letture: Es 24,3-8; Eb 9,11-15; Mc 14,12-16.22-26.

LA STAGIONE DEL TUO AMORE



Sapete la vita del cristiano su cosa si regge?
Su tre pilastri…
L’Eucarestia, la Parola di Dio e l’Amore verso il prossimo.
Tutte le Domeniche, andando a messa, noi abbiamo la possibilità di vivere queste tre realtà.
La Parola di Dio la riceviamo attraverso l’ascolto delle letture bibliche;
Attraverso la Preghiera di Consacrazione del sacerdote, il pane ed il vino divengono il Corpo e il Sangue di Gesù.
Questa Domenica la Chiesa festeggia proprio il Corpo e il Sangue di Gesù.
E’ la festa più straordinaria che esista nell’universo!
Dio che entra in ognuno di noi.
Gioventù, non so se ci avete mai pensato ma è una cosa meravigliosa:
Tutte le volte che “facciamo la comunione” noi mangiamo il corpo di Gesù e, cosa ancora più stupenda, diventiamo parte di Dio!
Come è possibile che avvenga ciò?
Come è possibile che Dio permetta questo?
Perché Dio sceglie di farsi mangiare da me che sono peccatore?
“Poi prese un calice e rese grazie, lo diede loro e ne bevvero tutti. E disse loro: «Questo è il mio sangue dell'alleanza, che è versato per molti.”
Dio attraverso il Corpo e il Sangue di Gesù concede a tutti gli uomini di unirsi a Lui, di fare un’alleanza con Lui.
Pensate, questa Alleanza viene concessa a tutti gli uomini, buoni e cattivi.
Infatti, quando Gesù pronunzia quelle Parole sapete con chi era seduto a tavola?
C’erano sicuramente la Madonna e gli apostoli.
Fra gli apostoli troviamo anche Giuda…, Pietro…, Matteo.
Uomini peccatori.
Insomma, il Vangelo lo conoscete…
Questo ci fa capire che Dio si offre a tutti, Dio ama tutti gli uomini, anche quando sono peccatori, Dio si aspetta che tutti noi abbandoniamo il peccato per stare con Lui.
Io però all’inizio ho parlato di tre cose importanti che ci fanno cristiani…
Cosa manca?
L’Amore verso il prossimo!
Tutte le volte che noi ci cibiamo di Gesù non solo siamo in comunione con Dio ma anche con tutta l’umanità!
Se un uomo riceve il Corpo di Gesù e nel suo cuore odia qualcuno in che situazione si trova?
Abbiamo appena detto che mangiando di Gesù noi diveniamo parte di Gesù.
Ma come si può essere parte di Dio, che è amore, se nel nostro cuore abbiamo odio per qualcuno?
Ragazzi, è una situazione molto pericolosa per l’anima…, è una cosa molto grave.
Tutte le volte che ci “accostiamo all’altare” per ricevere il Corpo di Gesù noi dobbiamo guardarci dentro.
Se abbiamo rispetto per Dio dobbiamo rispettare l’Eucarestia.
Rispettare l’Eucarestia non significa solo mettersi in preghiera, partecipare alla Messa, fare le processioni…
Amare Gesù nel Suo Corpo e nel Suo Sangue è soprattutto preparare il nostro cuore ad ospitarLo, in maniera degna.
Ecco il primo passo da fare: prepararci a ricevere la Comunione in maniera degna, senza la morte del peccato nel cuore.
E’ un impegno serio, difficile, che ci impegna ogni istante della giornata.
Quando siamo in famiglia, a scuola, con gli amici a giocare…
Si è cristiani 24 ore su 24, non esiste che in Chiesa ci comportiamo in una determinata maniera e poi con gli amici diveniamo “uomini del mondo”.
Siamo di Dio sempre.
Per questo dobbiamo essere consapevoli che, quando ci accostiamo all’Eucarestia, il nostro corpo è importante, deve essere curato, non solo fisicamente ma anche e soprattutto spiritualmente.
Per ospitare Dio bisogna avere un cuore pulito dal peccato, non ci può essere la santità laddove vince l’odio, il giudizio, la cattiveria…
Eucaristia significa “rendimento di grazie”.
Il più grande rendimento di grazie è accogliere Dio con mani pulite, libere da ogni egoismo, da ogni rancore.
Vi dono un episodio della vita di un grande Santo, che amava tanto la gioventù…, parla proprio dell’Eucarestia:
S. Filippo Neri, tenendo fra le mani l'Ostia consacrata, diceva: 'Signore mio Gesù, non fidarti di me, non fidarti. Perché senza il tuo aiuto, io sono capace di peccare mortalmente anche fra cinque minuti... Ma col tuo aiuto, so che resisterò sempre, sempre, sempre. E andava in estasi nel pensare a quel “sempre”. E, infatti, che cosa è impossibile per Dio?"
Ragazzi, mai dobbiamo smettere di fare entrare Gesù in noi e mai dobbiamo smettere di chiedere il Suo aiuto, sempre, sempre, sempre!

servo inutile






Libri per Ragazzi di Formazione Umana e Culturale



Torna Indietro <<.>> Home Page